Variante Zogno, la Regione sgancia: sì al  cofinanziamento, sono 16 milioni

Variante Zogno, la Regione sgancia:
sì al cofinanziamento, sono 16 milioni

La Giunta regionale, con una delibera approvata venerdì 5 dicembre, ha deciso di cofinanziare con 16 milioni di euro gli extracosti della variante di Zogno: 5 milioni nel 2015, 5 milioni nel 2016, 5 milioni nel 2017, un milione nel 2018.

«È un’opera attesa da anni - commenta l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi -. Oggi è una giornata bellissima per i bergamaschi e non solo. Si tratta di una promessa mantenuta da parte della Regione. Ora la Provincia di Bergamo faccia la sua parte per non vedere sprecati i soldi pubblici e ritrovarsi con l’ennesima opera incompiuta».

Una frase che l’assessore Terzi aveva sottolineato nei giorni scorsi. Se la Regione darà 16 milioni di euro, la Provincia dovrà metterne 7,8 per arrivare a coprire l’extracosto di 23,8 milioni scaturito dalla necessità di garantire massima sicurezza alla galleria dopo che si è scoperto che parte della montagna è formata da materiale friabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA