Mercoledì 05 Aprile 2006

Verdello: droga sul davanzale pronta da buttare Marocchino battuto sul tempo dai carabinieri

Aveva escogitato un metodo che gli era sembrato a prova di controlli antidroga: mettere le dosi di droga pronte per la vendita, sul davanzale della finestra in modo da poterle buttare di sotto con facilità in caso di irruzione delle forze dell’ordine.Ma un marocchino di 21 anni, clandestino, abitante a Verdello, non aveva fatto i conti con la rapidità «stupefacente» dei carabinieri di Verdello e Zingonia. I militari sono stati così svelti, che l’immigrato non ha avuto neppure il tempo a raggiungere la finestra. In compenso, dopo il ritrovamento della droga, ha raggiunto le carceri di via Gleno dov’è a disposizione dell’autorità giudiziaria, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.L’episodio che ha portato in carcere il marocchino, è avvenuto nel pomeriggio di martedì 4 aprile quando gli investigatori, a conclusione di una prolungata e mirata attività di indagine, hanno compiuto una perquisizione nella sua abitazione dove hanno trovato, e sequestrato, 102 grammi di hashish, già preparati in dosi pronte per la vendita.La droga, forse destinata a rifornire clienti nelle zone di Zingonia e Verdello, era stata occultata sul davanzale della finestra della camera da letto. La convinzione dei carabinieri è che non sia stata messa proprio lì per prendere aria, ma che il marocchino ve l’abbia riposta per potersene disfare nel caso vi fosse stato un controllo dei carabinieri.(05/03/2006)

g.francinetti

© riproduzione riservata