Violenta rapina ad un gioielliere Arrestato mentre fugge da Orio

Violenta rapina ad un gioielliere
Arrestato mentre fugge da Orio

In manette un albanese di 24 anni. Insieme ad un complice ha aggredito e picchiato selvaggiamente un 70enne di Brescia.

I fatti risalgono allo scorso 13 settembre, quando un 70enne gioielliere bresciano era stato aggredito selvaggiamente da due albanesi clandestini di 24 e 23 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine per furti e rapine. I due hanno picchiato per ore nel garage di casa, a Brescia, l’uomo, rubandogli un prezioso Rolex e cercando di farsi consegnare le chiave della cassaforte, che non era però nella disponibilità del gioielliere.

Alla fine i due prendono la cassaforte e scappano con l’auto dell’uomo. La squadra mobile comincia le indagini e individua subito i due come possibili autori: dall’esame delle celle telefoniche e da intercettazioni ambientali emerge come stessero lavorando a diversi altri colpi del genere, falliti proprio perché la polizia interveniva sul posto pochi istanti prima. A quel punto i due capiscono che intorno a loro si è fatta terra bruciata e cercando di far perdere le tracce, ma vengono arrestati: il 23enne in un bar di Rezzato, il complice all’aeroporto di Orio al Serio mentre cercava di imbarcarsi su un volo per la Germania. Ora sono entrambi in carcere, a Brescia e Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA