Oltre 8 mila euro per il piccolo Yousef Un bimbo dona la paghetta di Santa Lucia

Oltre 8 mila euro per il piccolo Yousef
Un bimbo dona la paghetta di Santa Lucia

Conclusa la raccolta di offerte su Kendoo.it: in meno di 24 ore i bergamaschi hanno donato 8.336 euro per il neonato che ha potuto vivere solo 15 ore e da un mese era nella camera mortuaria dell’ospedale di Bergamo. Tra i 219 sostenitori anche un bambino che ha donato 10 euro ricevuti da Santa Lucia.

La raccolta sulla piattaforma Kendoo.it si è conclusa, raggiungendo una cifra ragguardevole grazie alla generosità di tantissimi lettori bergamaschi che dopo aver letto la storia su L’Eco di Bergamo di venerdì 12 dicembre sono scesi subito in campo. La tumulazione di Yousef è in programma per sabato 13 dicembre, alle 15, nel cimitero di Cologne (Brescia). Il necessario per il funerale sarà donato alla madre, mentre le altre donazioni saranno donate al Fondo Caritas per persone in difficoltà economiche che non riescono a sostenere le spese per i funerali dei propri cari.

Il bimbo, nato prematuro e vissuto solo 15 ore, era da un mese nella camera mortuaria dell’ospedale Papa Giovanni perché la mamma, Maryam, 29 anni, marocchina, disoccupata, non era nelle condizioni di pagare la tumulazione e dal Comune di Cologne (Brescia), dove risiede, le hanno messo a disposizione una somma non sufficiente.

Dalle prime ore della mattina di venerdì 12 dicembre i telefoni dei nostri uffici hanno iniziato a squillare, i pc della redazione a ricevere mail. Tutte simili, tutte con una parola comune: «Aiuto». Di fronte a tanta solidarietà la mamma del bimbo ha commentato: «Non mi aspettavo tanta solidarietà, non credevo ci fosse così tanta gente di cuore. Vorrei ringraziare tutti i bergamaschi che mi hanno aiutata».

La vicenda è stata ripresa anche da altri quotidiani e siti internet per esempio Repubblica.it. Una vicenda aperta dal punto di vista giudiziario (30 indagati tra infermieri, medici e l’automobilista per omicidio colposo) con l’autopsia effettuata al Papa Giovanni il 21 novembre. Dal giorno dopo, Maryam avrebbe potuto portare via il suo piccolo, per la sepoltura che merita. Ma dal Comune di Cologne l’aiuto che ha ottenuto è stato di soli 250 euro, stabilito sulla base dei redditi di famiglia.

Il giornale, facendosi garante, ha immediatamente attivato, tramite il proprio sito di crowdfounding Kendoo una raccolta fondi, condivisa anche dal Comune di Bergamo che immediatamente si era proposto di sostenere la spesa. Grazie ai tutti questi contributi, Yousef potrà riposare per sempre al cimitero di Cologne (e non più a Bergamo come ipotizzato inizialmente) e avrà non solo una sepoltura, ma un degno funerale, in programma sabato alle 15 a Cologne.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13/12/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA