Giovedì 10 Aprile 2014

Corsa all’agricoltura, orti, energia

L’ultimo numero di eco.bergamo

La copertina di eco.bergamo di aprile 2014

Una corsa per tornare alla terra. Una rivoluzione in agricoltura. Un esercito di giovani che torna nei campi per trasformarli, lavorando, in un nuovo stile e modello di vita. Ma un ritorno alla terra anche per ricominciare a conoscerla, ad apprezzarla per i suoi ritmi, le sue stagioni e i suoi valori, oggi troppo spesso dimenticati. Rivivere la terra per ricominciare a conoscerla, per tornare a lavorarla, per vivere anche dei suoi prodotti.

È questo il tema centrale del nuovo numero della rivista eco.bergamo, in edicola domenica 13 aprile, distribuita gratuitamente con il quotidiano L’Eco di Bergamo.

L’agricoltura e i suoi nuovi mestieri, il nuovo approccio a vivere i campi per cogliere anche un’opportunità di occupazione, di lavoro e di reddito per migliaia di giovani bergamaschi con storie e testimonianze dirette di quella che rappresenta la nuova vita.

Ma nel nuovo numero di eco.bergamo, anche la riscoperta della terra attraverso la cura e la coltivazione di un orto: basta un semplice giro in città, dal centro alla periferia, per accorgersi e scoprire i tanti pezzetti di terreno coltivati all’ombra degli storici palazzi. Sono cittadini comuni, da impiegati a casalinghe, da dirigenti a pensionati a semplici ragazzi che finita la giornata di lavoro o di studio si piegano sulla schiena per seguire le loro piccole piantagioni di ortaggi.

E fra i giovani in questo numero di eco.bergamo in evidenza il racconto di uno studente bergamasco che ci ha riproposto la sua interpretazione del panorama attraverso il viaggio lungo la linea di autobus Arriva/Sab da Orio a Ponte di Legno. Ne sono uscite immagini certamente suggestive.

Il tema energia. Nel nuovo numero di eco.bergamo in edicola domenica 13 aprile con L’Eco di Bergamo, viene affrontato da due fronti particolari. Il primo, Partendo dalla protesta delle piccole imprese artigiane e delle famiglie per una bolletta della luce sempre più cara, abbiamo voluto capire che cosa si nasconde dietro alle tante voci che compongono questa fattura. E le sorprese sono state numerose: famiglie e piccole imprese pagano sempre più per consentire sconti alla grande industria.

Ma c’è un modo di farsi ripagare questo “onere improprio”. Imboccare la via dei Certificati bianchi. In questo numero l’inserto tecnico è interamente dedicato ai Tee, i certificati di efficienza energetica, strumenti importanti soprattutto per le imprese. Sono titoli conseguiti e rimborsati, per aver introdotto pratiche e strumenti di taglio degli sprechi e di risparmio energetico.

Tornano, anche in questo nuovo numero di eco.bergamo, gli appuntamenti con le a nalisi e gli approfondimenti tecnici dei nostri esperti. E non poteva mancare l’appuntamento con la tradizione della cucina locale: questa volta regina della ricetta è la polenta, un cibo molto apprezzato. Anche a colazione.

© riproduzione riservata