Sabato 14 Dicembre 2013

Orto botanico di Astino

Ecco il progetto per Expo

L'Orto botanico di Astino

Il progetto dell’Orto botanico di Astino prende forma. La proposta fatta dal Comune di Bergamo è stata prontamente accolta da Regione Lombardia che si impegna a sostenere metà delle spese di realizzazione, pari a 300mila euro.

Il progetto prevede l’allestimento di un’area di 5400 mq adiacente all’ex monastero dove verranno messe a dimora oltre duemila varietà di piante, tra le quali sarà possibile muoversi seguendo dei percorsi tematici: in questo modo il pubblico potrà visitare l’orto acquisendo informazioni su ciascun vegetale presente.

L’idea è quella di dare vita ad uno spazio che segua la logica del chilometro zero, l’intera area verrà costruita utilizzando materiali al 100% locali, per esempio verranno riutilizzati conci in pietra e cordoli in legno provenienti dal monastero, mentre le lastre di pietra arriveranno da cave della zona. In questo modo l’Orto sarà perfettamente in linea con il tema dell’educazione ambientale proposto per Expo 2015, il cui intento è quello di proporre un rapporto uomo-natura più equilibrato e rispettoso.

Il futuro Orto botanico di Astino dunque si appresta a diventare uno spazio dedicato all’educazione e alla formazione, non solo ed esclusivamente per le tematiche ambientali, ma anche per favorire eventi ed iniziative culturali aperti a tutti, cittadini e turisti.

Inoltre, sempre nell’ottica di rendere Bergamo una città più attiva in merito ai problemi dell’ambiente, la Giunta comunale ha dato il via libera alla candidatura della città per ospitare, nel 2014, la seconda edizione della Giornata europea dell’Educazione ambientale, evento promosso nell’ambito della Presidenza lombarda dei “Quattro motori per l’Europa”.

© riproduzione riservata