Lunedì 12 Aprile 2010

Giovani neo imprenditori?
Tre milioni dalla Regione

Nuove opportunità per i giovani dai 18 ai 30 anni che decidono di avviare un'impresa. Le offre Start, un progetto a più livelli, promosso da Regione Lombardia con il Sistema camerale lombardo e il Comune di Milano, per favorire la nascita di imprese create da giovani (3 milioni di stanziamento regionale) ma anche da disoccupati, inoccupati, cassaintegrati e lavoratori in mobilità. In totale a disposizione ci sono 5.554.000 euro.

«Abbiamo deciso di mettere a disposizione 3 milioni di euro per i giovani neo imprenditori - spiega il presidente Roberto Formigoni - consapevoli che la fase di start up (in genere i primi 24 mesi) soprattutto quando si è ancora alle prime armi, è spesso la più complicata. Questi contributi per i giovani si sommano a tutti quegli strumenti che abbiamo già messo in atto e finanziato per sostenere chi ha perso il posto di lavoro fino al reinserimento nel mondo del lavoro».

Il progetto, nel suo complesso, offre servizi gratuiti e contributi a fondo perduto (pari al 70% della spesa fino a un massimo di 6.000 euro per i disoccupati di 10.000 per i giovani) di cui sarà possibile usufruire partecipando a un percorso in varie tappe. Saranno proposti seminari di orientamento che faciliteranno il mettersi in proprio, corsi di formazione per il trasferimento delle conoscenze, competenze e metodologie per la definizione del progetto imprenditoriale e assistenza personalizzata per la stesura del Business Plan.

Al termine di questa prima fase saranno erogati i contributi, dopodiché inizierà il periodo di assistenza alla rendicontazione per le imprese, di tutoraggio e affiancamento alla gestione e consulenza specialistica. Saranno erogate circa 7.200 ore di tutoraggio e 5.625 di assistenza personalizzata e consulenza specialistica.

«La Lombardia - dice Formigoni - non ha il petrolio, ma ha tanti giovani. Sono loro la nostra vera ricchezza e per questo abbiamo deciso di premiare i talenti, chi merita davvero, perché il nostro futuro è nelle loro mani».

Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione al bando sul sito www.start.lombardia.it

r.clemente

© riproduzione riservata