Mercoledì 15 Settembre 2010

«Surface» al polo fieristico
Una novantina i marchi presenti

Con il tradizionale taglio del nastro da parte delle autorità ha preso il via al polo fieristico di Bergamo Surface Expo, l'unica fiera italiana totalmente dedicata alla finitura ed al trattamento delle superfici. Presenti numerosi rappresentanti di istituzioni, enti e associazioni di categoria, oltre a quelli degli sponsor (Ubi Banca Popolare di Bergamo, L'Eco di Bergamo e Credito Bergamasco gruppo Banco Popolare) che hanno supportato la manifestazione in programma sino alle 16 di sabato 18 settembre. Organizzata da Ente Fiera Promoberg e promossa da Federfinitura, Surface Expo si presenta come fiera istituzionale del settore e contenitore hi tech proiettato nel futuro.

“Settanta espositori ed una novantina di marchi rappresentati – ha detto Luigi Trigona, segretario generale Promoberg -, per una manifestazione specializzata incentrata su innovazione e tutela dell'ambiente. Promoberg propone, affiancandole alle tradizionali e storiche manifestazioni che si traducono in eventi popolari, anche manifestazioni di nicchia capaci di evidenziare le tante eccellenze del nostro territorio”.

Giovanni Bonfiglio, presidente sia di Federfinitura che di Surface Expo, ha evidenziato le grandi potenzialità e caratteristiche che hanno reso la finitura italiana unica nel mondo. “Una storia partita da molto lontano – ha osservato Bonfiglio – e l'esempio lo abbiamo tra i nostri stand: un'azienda nata nel 1830, ancor prima dell'Unità d'Italia. Passione, competenza, produzione di qualità, voglia di innovare e fiducia nel futuro: sono le caratteristiche degli imprenditori presenti a Surface Expo, persone che meritano il supporto delle istituzioni e del sistema bancario”.

Giorgio Bonassoli, assessore provinciale alle Attività produttive, e Raimondo D'Avanzo, consigliere di maggioranza al Comune di Bergamo, hanno ribadito il pieno appoggio delle istituzioni rappresentate al mondo produttivo, soprattutto durante una fase ancor contrassegnata dalla grave crisi in atto. “La finitura italiana in generale e quella bergamasca in particolare – hanno detto D'Avanzo e Bonassoli -, sono un eccellente esempio del Made in Italy nel mondo. Uno stile di lavoro che merita tutta la nostra ammirazione ed il nostro sostegno”.

Oltre alla parte espositiva, Surface Expo è sede del convegno “La Finitura è innovazione”, in programma giovedì 16 dalle 10 alle 12,30.

a.ceresoli

© riproduzione riservata