Mercoledì 22 Dicembre 2010

Creberg, sì alla riduzione dei costi
Nel Cda confermato Paolo Longhi

Il Credito Bergamasco ha approvato il contenimento dei costi con la revisione per il 2010 dei compensi annuali per gli amministratori e per i componenti del comitato dei controlli interni e per il gettone di presenza per le adunanze consiliari.

La decisione era stata sollecitata dalla controllante Banco Popolare come contributo  e come «ulteriore "segnale" di rigore e di sensibilità verso la difficile situazione congiunturale». È stato deciso nell'assemblea dei soci «fuori stagione: per la parte straordinaria erano previste una serie di modifiche statutarie legate all'introduzione di nuove normative e al recepimento di indicazioni della capogruppo in tema di politiche remunerative.

L'assemblea ordinaria ha invece deliberato la conferma nella compagine consiliare di Paolo Longhi, amministratore indipendente e non esecutivo cooptato in data 7 giugno 2010 in sostituzione del dimissionario Italo Calegari, e ha nominato il Paolo Moro componente effettivo del Collegio Sindacale, carica assunta dallo stesso lo scorso 25 settembre in sostituzione dello scomparso dott. Eugenio Mercorio; sono stati altresì nominati i nuovi sindaci supplenti nelle persone di Claudia Rossi e di Giuliano Longhi.

Paolo Longhi, 57 anni, laureato in giurisprudenza, importante esponente
dell'imprenditoria bergamasca, ricopre la carica di presidente del consiglio di
amministrazione delle società di famiglia Italfim S.p.A., Fils Fabbrica Italiana
Lamiere Stirate S.p.A. e Longhi & C. Officine Riunite S.p.A., nonché di
Tecnologie Meccaniche S.p.A. di Jesi.

Paolo Moro, 45 anni, noto professionista orobico, è iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo nonché al Registro dei Revisori Contabili.

r.clemente

© riproduzione riservata