Domenica 14 Agosto 2011

Paperoni della Borsa Italiana:
Bombassei scavalca Pesenti

Dopo i fratelli Rocca, bergamaschi d'adozione, primi per il quinto anno, nella classifica dei Paperoni della Borsa Italiana pubblicata da Mf-Milano Finanza, sui portafogli quotati dei primi 467 investitori privati del mercato azionario italiano, compaiono altri sette imprenditori locali.

Rispetto al 2010, con l'uscita dalla Borsa della Gewiss, è uscito dalla classifica il fondatore del gruppo di Cenate Sotto, Domenico Bosatelli: un anno fa si collocava al 32° posto assoluto.

Alberto Bombassei è salito dal 44° posto al 39° ed ha superato Giampiero Pesenti, sceso dal 38° al 41° posto. Il quarto bergamasco è, al 156° posto, Giovanni Cagnoli, amministratore delegato di Bain & Company.

Scavalca Ambrogio Caccia Dominioni, altro bergamasco d'adozione come presidente e amministratore delegato della Tesmec, che si piazza al 167° posto, con un calo di una trentina di posti. Sempre legato a Tesmec, al 355° posto, il vicepresidente Alfredo Brignoli, nato a Ponteranica.

Al 302° posto si trova anche Antonio Percassi. Va precisato che la classifica di Mf considera solo le partecipazioni più importanti e in particolare quelle che superano la soglia della rilevanza.

Nuovo ingresso, 395° posto, per Giovanni Natali, fondatore della Natali & Partners.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 14 agosto

r.clemente

© riproduzione riservata