Mercoledì 19 Ottobre 2011

Finanziamenti dei voucher digitali
Per la Bergamasca quasi 75 mila €

Nuovo successo per il «Voucher digitale», tramite il quale Regione Lombardia finanzia 15 progetti presentati da Unioni di Comuni, aggregazioni di Comuni fino a 50.000 abitanti e Comunità montane, che decidono di investire in progetti di informatizzazione degli uffici e dei servizi.

Il decreto di assegnazione dei fondi agli enti partecipanti, già approvato, verrà pubblicato domani, giovedì 20 ottobre, sul Bollettino Ufficiale della Regione. Con questo riparto sono stati assegnati 430.574,64 euro, che portano a oltre 1,5 milioni di euro le risorse erogate con l'iniziativa del Voucher digitale.

"Con i voucher digitali - ha commentato l'assessore alla Semplificazione e Digitalizzazione della Regione Lombardia Carlo Maccari - abbiamo finanziato in totale 52 progetti di 387 Comuni lombardi, che devono utilizzare le risorse per l'acquisto di hardware e software o per la progettazione e realizzazione di sistemi per una migliore gestione dei documenti, dello Sportello Unico per le attività produttive (Suap), per le banche dati anagrafica, civile, territoriale e fiscale".

Con questo nuovo bando sono state accettate le domande di 8 aggregazioni di Comuni, 3 Comunità montane e 4 Unioni di Comuni, delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Milano e Mantova.

"Il voucher digitale - ha concluso Maccari - conferma di essere uno strumento adatto a incentivare i piccoli Comuni a unire le loro forze per offrire servizi migliori, contribuire al percorso di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e, grazie agli investimenti che rende realizzabili, aiuta a ridurre i tempi di attesa per i cittadini e più trasparenti le gestioni delle pratiche".

Di seguito il riparto finanziario dei 15 progetti ammessi al finanziamento del secondo bando "Voucher digitale".

Provincia di Bergamo:
Comune di Calvenzano (capofila)                 19.432 euro
Comunità montana Valle Brembana              21.900 euro
Unione dei Comuni di Capizzone                   33.600 euro

Provincia di Brescia:
Comune di Edolo (capofila)                    28.000 euro
Comune di Pavone del Mella (capofila)            13.200 euro
Unione Comuni della Valsaviore                32.500 euro
Comunità montana Sebino Bresciano            50.000 euro
Comune di Lumezzane (capofila)                15.335 euro
Unione dei Comuni della Valtenesi            35.000 euro

Provincia di Cremona:
Unione Comuni Palvareta Nova                    35.000 euro
Comune di Crema (capofila)                    28.000 euro

Provincia di Lecco:
Comunità montana della Valsassina            50.000 euro

Provincia di Milano:
Comune di Lacchiarella (capofila)            28.000 euro
Comune di Arconate (capofila)                12.606 euro

Provincia di Mantova:
Comune di San Martino dell'argine (capofila)    28.000 euro. (Ln)

a.ceresoli

© riproduzione riservata