Giovedì 26 Aprile 2012

Brembo apre il polo cinese
A Nanchino area di 95 mila mq

Il Gruppo Brembo ha inaugurato il nuovo polo produttivo a Nanchino in Cina, alla presenza del presidente Alberto Bombassei e dei principali rappresentanti delle autorità italiane e cinesi. Dopo oltre 10 anni di presenza nel mercato cinese, Brembo ha concentrato le attività produttive del Gruppo in un'unica area di 95.000 metri quadrati alle porte della città di Nanchino. All'interno del nuovo sito, sono state integrate tutte le fasi produttive della catena del valore, dall'arrivo delle materie prime alla spedizione dei prodotti finiti, per un investimento totale previsto di 70 milioni di euro. Gli stabilimenti danno lavoro a 850 persone (a regime saranno circa 1000) e, grazie a 41 linee produttive (fra dischi e sistemi) e alla fonderia, sarà in grado di produrre un output di circa 6 milioni di dischi all'anno. “È con grande piacere che inauguro questo nuovo polo produttivo in Cina, un Paese che rappresenta uno dei mercati più promettenti per il futuro del nostro Gruppo in Asia, considerato l'altissimo potenziale di sviluppo del settore automobilistico”, ha dichiarato Alberto Bombassei, Presidente di Brembo. “Questo impianto, rappresenta l'impegno di Brembo sul mercato per andare ulteriormente incontro ai nostri clienti internazionali e offrire una gamma completa di servizi specializzati, dalla progettazione alla produzione.” I nuovi stabilimenti sono stati realizzati secondo i criteri più avanzati per garantire qualità, efficienza e tutela ambientale, nell'ottica di minimizzare gli sprechi e massimizzare il recupero energetico.

Brembo in Cina
Nel 2000 Brembo allarga i propri confini ed entra in Cina con una joint venture siglata con Yuejin Motor Group per la costituzione della Società Nanjing Yuejin Automotive Brake System (NYABS), destinata alla produzione di sistemi frenanti per auto e veicoli commerciali. Nel febbraio 2008 Brembo acquista, attraverso Brembo China, una JV maggioritaria siglata nel 2005 con la società finanziaria pubblico-privata SIMEST, il 42,25% di NYABS.

In questo modo, Brembo arriva a detenere, direttamente e indirettamente, il 70% della partecipata cinese NYABS, iniziando a costituire il suo principale polo industriale in Cina. Nel dicembre 2009 Brembo e Donghua Automotive Industral, società del gruppo Saic (il primo produttore cinese di auto e veicoli commerciali), siglano un'intesa preliminare per l'acquisto di impianti e macchinari per la realizzazione di un polo produttivo integrato nell'area di Nanchino, comprensivo di fonderia e stabilimento di lavorazione per pinze e dischi freno, per auto e veicoli commerciali. Nel gennaio 2010 l'accordo viene ratificato e consolida la presenza del Gruppo Brembo in Cina attraverso la progressiva realizzazione del polo di Nanchino che verrà inaugurato nel 2012.

e.roncalli

© riproduzione riservata