Mercoledì 30 Gennaio 2013

Anche l'agricoltura Bg va in rete
Più affari con internet e Facebook

Anche un'attività tradizionale come quella agricola sempre più spesso va a braccetto con le nuove tecnologie. Internet è considerata da molti imprenditori agricoli un interessante canale di vendita e di dialogo con i consumatori oltre che uno strumento per informarsi e confrontarsi con altre realtà nonchè per ngestire l'azienda. A utilizzarlo sono soprattutto i giovani, che ne conoscono le potenzialità e sono più preparati dal punto vista informatico.

Anche nella bergamasca questa tendenza si sta sviluppando e vini, verdure, marmellate prodotte sul territorio si possono acquistare con un semplice click. Le aziende che hanno intrapreso questa strada non sono ancora molte, ma l'interesse è crescente.

Alberto Sangalli, per esempio, titolare dell'azienda agricola Settimocielo di Camerata Cornello sperimenta da anni questa modalità di vendita.
“Poichè prima mi occupavo di vendere  software on line ho trasferito le conoscenze che avevo nell'attività agricola - spiega Sangalli – ;da due anni commercializzo le confetture che produco con questo sistema, non è facilissimo perchè in rete ci sono moltissime proposte ma ho comuqnue risposte interessanti. L'importante è pianificare bene la propria attività e investire anche in pubblicità per farsi conoscere. Recentemente ho posizionato il mio shop su Facebook perchè così posso più facilmente entrare in contatto con potenziali clienti. Chi vuole, grazie al mio sito aziendale, può anche adottare un albero da frutto e seguire le varie fasi di sviluppo nel corso delle stagioni. Si paga una quota annuale e si riceve in cambio l'equivalente in prodotti. Chi vuole può venire a raccogliere i frutti direttamente nel frutteto”.

Anche Massimo Mussetti dell'Antica Bottega dell'Alveare di Sorisole ha aperto un vero e proprio negozio virtuale per la commercializzazione dei suoi prodotti. “Per ora è solo un tentativo – afferma - ma intendo fare investimenti per migliorare questa esperienza che in ogni caso mi è molto utile perchè è comunque una finestra aperta sulla mia azienda”.

Oggi molte offerte della campagna si possono vedere stando comodamente seduti sul divano e sono in aumento anche le imprese agricole che ricorrono a  Facebook e a Twitter  per connettersi con il mondo.

“Tutto ciò dimostra che il settore agricolo sta vivendo una fase di profonda trasformazione verso attività complentari come la trasformazione, la vendita diretta e l'agriturismo – sostiene il presidente della Coldiretti bergamasca Alberto Brivio -; il merito di questa accellerazione è dei giovani che stanno trasferendo nella loro attività imprenditoriali conoscenze e strumenti sempre più moderni. Il binomio creatività e innovazione tecnologica rappresenta una scommessa per l'agricoltura del futuro”.

L'orientamento è stato fotografato anche dal Censimento Istat. A livello nazionale i numeri non sono elevati, ma il trend è chiaro. Nell'ultimo decennio sono raddoppiate le aziende che utilizzano gli strumenti informatici; è aumentato di due volte e mezzo il numero delle aziende che utilizzano l'informatica per la gestione di servizi amministrativi e per la gestione delle coltivazioni e degli allevamenti; è quintuplicato il numero di aziende agricole che hanno un sito Internet, é addirittura aumentato di circa sette volte il numero di aziende che utilizzano la rete per l'acquisto e la vendita dei prodotti.

"L'ingresso di giovani e donne in agricoltura - dice il direttore di Coldiretti Bergamo Gianfranco Drigo - ha portato idee e competenze che stanno innovando radicalmente il settore. Tutte queste esperienze stanno costruendo il volto nuovo della filiera agricola italiana, portando modernità ed energia per il futuro. Sono numerose le richieste di formazione su questi aspetti che arrivano anche ai nostri uffici così come la richiesta di consulenza per l'apertuta di siti Internet”.

La rete è ormai indispensabile per le imprese agricole che vogliono farsi conoscere. Gli agriturismi ad esempio sono quasi tutti dotati di un proprio sito e molte prenotazioni arrivano grazie a Internet. Le possibilità sono veramente molte. Tramite questo canale ad esempio si possono vedere quali verdure sono disponibili in campo prima di compilare online l'ordine della spesa che poi verrà consegnata domicilio oppure adottare un maiale e seguirne la crescita per essere sicuri della qualità dei salumi.
Tante piccole idee che generano reddito e fanno crescere il settore.

r.clemente

© riproduzione riservata