Martedì 12 Febbraio 2013

L'invenzione di «Mr. Sorriso»
A Bergamo nasce il Dietifricio

Un nome che è tutto un programma: Dietifricio. A inventarselo Giovanni Macrì, noto dentista bergamasco che ci sta lavorando da 4 anni e che ora arriverà con il suo prodotto nuovo di zecca nelle farmacie e nella catena «Essere Benessere», nuovo concept che tratta farmaci e parafarmaci, ma che soprattutto allarga l'offerta a prodotti di uso quotidiano, dal cibo all'oggettistica.

Tra circa un mese il nuovo dentifricio, coadiuvante alle diete, sarà sugli scaffali di tutta Italia, mentre è già in vendita on line sul sito www.dietifricio.com. Capire di cosa si tratta è molto semplice: un dentifricio che aiuterebbe anche a dimagrire, perché «grazie alla composizione di aromi di erbe e di agrumi, lascia un gusto amaro che inibisce l'appetito» spiega il dentista, famoso anche per il suo soprannome di «Mr Sorriso», affibbiatogli dopo aver rifatto la dentatura a parecchi volti noti del mondo dello spettacolo.

La storia del Dietifricio parte però per Macrì dal suo dna di dentista attento all'estetica: «Mi sono sempre occupato di "medicina del sorriso" - spiega -. Lo si sa, oggi più che mai l'estetica è un aspetto importante della quotidianità e, purtroppo, apparire spesso vale più dell'essere. Mi sono però soffermato nei miei studi sul danno che l'eccesso di alimentazione provoca sulla salute. Ho pensato a come potevo quindi sfruttare le mie conoscenze per intervenire sul problema, e ho ideato un dentifricio che svolga la sua funzione di pulizia, ma che aiuti anche a inibire la fame e a ridurre così il consumo di zuccheri». Iniziano così le ricerche durate circa tre anni, per realizzare un composto naturale che svolgesse questa funzione: «È stato un lungo lavoro di studi e test, supportato dalla consulenza di una biologa - racconta Macrì -. Ho provato con il rabarbaro, anche con la passiflora: ho testato numerose essenze e la loro combinazione. Poi sono arrivato a un mix di salvia, aloe ed essenze di agrumi, per creare un dentifricio tutto naturale il cui retrogusto amaro affievolisse l'appetito».

Con una specifica: «Non si tratta di un prodotto che vuole sostituire le diete, ma un ulteriore aiuto che sfrutta solo sostanze naturali». Un prodotto cosmetico, non medico: «Testato, approvato e certificato - sottolinea Macrì -. Composto da essenze, e non sostanze, questo lo rende completamente anallergico, utilizzabile dai bambini così come dalle donne in gravidanza. Completamente naturale». Con altre funzioni: «Da "dentista del sorriso" ho pensato anche a un prodotto antinfiammatorio e sbiancante: anche qui ho fatto ricerca e da recenti studi inglesi pubblicati risulta che i dentifrici sbiancanti non naturali hanno un'azione abrasiva dannosa per i denti. Qual è invece il più potente sbiancante naturale? La salvia, efficace contro l'alitosi e a basso coefficiente di erosione dentaria. Ho abbinato l'essenza di aloe, rigenerante delle mucose e ottimo lenitivo delle infiammazioni».

A Macrì è bastato a questo punto brevettare il marchio e il composto, iniziando la produzione e proteggendo la sua nuova «etichetta»: «Parto a distribuire in Italia. In progetto è estendermi prima in Europa e poi in America. Mi è stato già chiesto in Svizzera, da alcuni punti vendita di Zurigo, ma attendo la diffusione in Italia prima di uscire dai confini».

E per il lancio italiano c'è già un testimonial d'eccezione, Piero Chiambretti, che compare anche sul sito web del Dietifricio. «A provarlo ci sono tanti vip» conferma Macrì. E tra i volti noti, pure Fabio Fazio, Maddalena Corvaglia e Pippo Baudo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata