Venerdì 01 Marzo 2013

Ascom, il Gruppo Autosalonisti
Loreno Epis eletto presidente

Si è costituito in Ascom il Gruppo degli Autosalonisti. A presiederlo è stato eletto Loreno Epis, 49 anni, presidente dell'Autosalone Epis srl di Scanzorosciate.

Nel consiglio siedono il vicepresidente Lucio Pezzotta dell'Autosalone Albano Srl di Albano Sant'Alessandro, e sette consiglieri: Luca Umberto Bassani della Bassani Amilcare snc di Martinengo, Danilo Brizzolari della Brizzolari Srl di Levate, Valentino del Prato della Valentino Auto srl di Grassobbio, Giampiero Mazzoleni della Fratelli Mazzoleni Automobili srl di Almenno San Bartolomeo, Antonio Milanesi dell'Autofficina Fratelli Milanesi di Fornovo San Giovanni, Alberto Moscolari della Top Car srl di Boltiere e Marco Savoldelli dell'Autosavoldelli srl di Lallio.

Il nuovo gruppo, che nasce dopo lo scioglimento di Assoauto (l'associazione autonomia aderente ad Ascom fondata nel 1998) si propone come obiettivo quello di potenziare la rappresentanza del settore auto e di creare un coordinamento tra autosalonisti, concessionari e agenzie di pratiche automobilistiche.

Il settore degli autosalonisti in bergamasca tiene. Si contano infatti 100 saloni, un numero costante nell'ultimo anno e in crescita dell'11,1% negli ultimi quattro anni.

«E' un settore che tiene – conferma il neopresidente Epis -. Il prodotto auto è indispensabile e in questo tempo di crisi, con i prezzi lievitati, si tende a comprare l'auto usata, che può costare dai mille ai 100 mila euro. Il mercato dell'auto usata c'è, il nostro compito è ora quello di perfezionarci sempre di più e di qualificare maggiormente il settore».

Secondo il presidente Epis tre sono i passi che il gruppo deve compiere: incentivare la professionalità del settore, stringere un maggior rapporto con il consumatore e creare una piattaforma web.

«Da subito vorremmo far partire un progetto per indicare a chi opera nel settore una strada chiara a livello normativo e professionale - spiega il presidente -. Per il primo, il riferimento è il codice al consumo, mentre per il secondo organizzeremo corsi di aggiornamento e formazione per gli associati». Il secondo passo riguarda invece il rapporto con il consumatore. «Fatto quanto descritto, vorremmo iniziare ad intraprendere un percorso con i consumatori in collaborazione con le loro associazioni e arrivare a produrre un protocollo d'intesa e un sigillo di qualità delle nostre aziende. Sarà un percorso lungo e complesso e saremo anche i primi che ci cimenteremo su questa iniziativa a livello nazionale. Ma sarà un lavoro interessante e che qualificherà maggiormente i nostri saloni».

Infine, il terzo punto riguarda la comunicazione e la creazione di una piattaforma web. «Il terzo passo del nostro programma riguarda la creazione di una piattaforma web che riunirà gli operatori associati e sul quale sarà possibile inserire non solo i nostri prodotti ma tutte le iniziative che offriamo e soprattutto sarà un “luogo” in cui istaurare un dialogo tra noi, i nostri clienti e i consumatori» conclude Epis.

r.clemente

© riproduzione riservata