Lunedì 22 Aprile 2013

Veneto Banca: 40 milioni di euro
per le imprese bergamasche

Quaranta milioni di euro: è questa la cifra messa a disposizione da Veneto Banca alle imprese associate a Confindustria Bergamo. Un plafond che va controcorrente rispetto ai primi dati sul sistema bancario italiano che emergono dall'Abi: a febbraio, i finanziamenti a famiglie e imprese hanno registrato un calo del 2,84% su base annua.

La cifra stabilita dall'intesa è suddivisa tra la capogruppo Veneto Banca, 20 milioni, e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris Factor, 10 milioni ciascuna. Una scelta dettata dalla volontà di rispondere in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale bergamasco. Le imprese associate all'ente confindustriale bergamasco potranno quindi accedere a finanziamenti a tassi agevolati, in base al rating, per un importo massimo di 500.000 euro per azienda.

L'obiettivo condiviso dal Gruppo Veneto Banca e da Confindustria Bergamo è quello di dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale sempre più fiaccato dal protrarsi della crisi. Con questo stesso proposito, Veneto Banca ha recentemente siglato numerose intese con gli attori dei territori in cui è presente, mettendo a disposizione delle imprese plafond e competenze nel campo dell'internazionalizzazione, tema caldo degli ultimi mesi.

Presenti alla firma dell'accordo Giovanni Grazioli, Vicepresidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Bergamo e Giorgio Majorana, responsabile Area Bergamo di Veneto Banca. «Stiamo vivendo un periodo difficilissimo per le nostre imprese e il tema dell'accesso al credito è vitale e di forte attualità – dichiara Alberto Morini, Direttore Territoriale Area Centro Nord di Veneto Banca. Oggi più che mai è necessario rafforzare la collaborazione tra sistema bancario e sistema imprenditoriale. L'accordo siglato oggi con Confindustria Bergamo va in questa precisa direzione; grazie a questo nuovo plafond, infatti, le imprese bergamasche potranno contare su nuove opportunità di finanziamento. Veneto Banca – conclude Morini – consapevole del suo ruolo di banca di territorio continua a garantire credito all'economia reale, offrendo al tessuto imprenditoriale bergamasco nuove opportunità per i loro fabbisogni».

«In una fase economica così complicata per grande parte delle Pmi bergamasche - ha sottolineato Giovanni Grazioli, Vicepresidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Bergamo - diventa fondamentale uno sforzo congiunto di Associazione e sistema bancario per assicurare la liquidità necessaria alle imprese in momentanea difficoltà finanziaria ma con buone prospettive future. L'accordo siglato oggi con Veneto Banca va proprio in questa precisa direzione, assicurando credito a condizioni molto competitive».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata