Giovedì 06 Agosto 2009

Cig in deroga, al via il pagamento
per 1.442 aziende bergamasche

Si è sbloccata la delicata situazione «formale» della cassa in deroga per 1.442 aziende bergamasche in attesa (alcune addirittura da febbraio) del via libera della Regione Lombardia. Tra lunedì e giovedì il Pirellone ha decretato il suo nulla osta a 1.343 aziende rientranti nella tipologia 1 dell’Accordo quadro regionale del 4 maggio 2009, ovvero i lavoratori dipendenti da aziende e cooperative che non rientrano nei requisiti previsti dalla legislazione ordinaria per le sospensioni dell’attività lavorativa.

E poi anche a 99 aziende bergamasche rientranti nella tipologia 2, ovvero gli apprendisti e le aziende che hanno esaurito gli ordinari periodi di cassa, situazioni particolari gestite a livello regionale.

Complessivamente, il via libera interessa oltre 9.500 lavoratori bergamaschi con un impegno finanziario complessivo per oltre 71 milioni di euro. Nello specifico, il decreto che autorizza la cassa in deroga per le aziende rientranti nella tipologia 1 dà il via libera all’Inps per il pagamento delle spettanze a ben 7.361 lavoratori, per una spesa complessiva valutata in qualcosa come oltre 54,47 milioni di euro.

Per quanto riguarda le 99 imprese rientranti nella tipologia 2, il via libera autorizza il pagamento delle spettanze per cassa in deroga a 2.212 lavoratori con una spesa complessiva massima valutata intorno ai 17,5 milioni di euro.

L'elenco delle aziende è pubblicato nel sito web della Regione, ma anche a questo indirizzo della Cisl di Bergamo e della Cgil di Bergamo.

NEGLI ALLEGATI (qui a lato)
- l'elenco delle aziende bergamasche (tipologia 1)
- l'elenco delle aziende bergamasche e lombarde (tipologia 2)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata