Anticipo dell’integrazione salariale Ora anche a chi è in cassa a rotazione

Anticipo dell’integrazione salariale
Ora anche a chi è in cassa a rotazione

Anche chi è in cassa in deroga a rotazione dal 7 maggio potrà richiedere l’anticipo della integrazione salariale.

La conferma arriva dalla Cisl che precisa che dal prossimo 7 maggio, presso lo sportello di Anticipazione Sociale in funzione negli uffici di Bergamo, sarà possibile presentare la documentazione.

La possibilità dunque non è più solo riservata a chi è in cassa integrazione straordinaria o in deroga a zero ore. Le domande saranno poi presentabili agli sportelli delle banche a partire dal 20 maggio, al fine di dare il tempo a tutto il sistema bancario di essere informato delle nuove procedure.

È questa una importante novità voluta dal sindacato - dice la Cisl - in favore dei lavoratori e le loro famiglie in difficoltà economiche e fortemente provati dalla lunga crisi e dal ricorso agli ammortizzatori sociali, e pubblicato sul Bollettino Ufficiale di regione Lombardia Giovedì 23 Aprile.

«D’ora in poi – annuncia Giacomo Meloni, segretario Cisl a Bergamo -, anche i lavoratori o lavoratrici sospesi in cassa integrazione in deroga a rotazione a orario ridotto di almeno 60 ore al mese, dal terzo mese di sospensione, potranno richiedere tramite lo sportello attivo presso la Cisl un importo forfettario di 300,00 euro mensili».

L’anticipazione sociale è una opportunità offerta da un accordo in convenzione fra Regione Lombardia, Abi, organizzazioni sindacali e associazioni datoriali a fine 2013 e riproposto ampliandolo nel corso di quest’anno, a tutte le lavoratrici e i lavoratori assunti in unità produttive situate nell’ambito della Regione Lombardia.

«Lo sportello anticipazione sociale alla Cisl di Bergamo ha ricevuto centinaia di telefonate per avere informazioni sulle modalità di attivare la domanda di anticipazione, non tutti purtroppo ne avevano diritto, anche se complessivamente ad oggi più di 80 persone, il 15% del totale in Lombardia che hanno fatto richiesta hanno beneficiato dell’anticipazione. A ora purtroppo non sono ricompresi nella possibilità di richiedere l’anticipazione sociale coloro che sono in contratto di solidarietà. È un problema che la CISL ha fortemente presente e continuerà a porre il massimo impegno affinché in tempi ragionevoli l’anticipazione sia possibile anche ai tanti lavoratori coinvolti nei contratti di solidarietà che a Bergamo sono oltre 5.000».

La richiesta di integrazione salariale è su base volontaria e va precisato, perché a volte sorgono equivoci che non è un fido bancario, ma una anticipazione di cui è garante Fin Lombarda a seguito dell’accordo istitutivo fra le parti.

Le banche che hanno aderito alla convenzione sono: UBI, Unicredit, Intesa San Paolo, Banca Popolare di Milano, Monte Dei Paschi, BCC di Caravaggio, del Basso Sebino, di Vigevano, Borghetto Lodigiano, Colli Morenici del Garda, Cassa Rurale di Treviglio, Banca Popolare di Sondrio, Banco di Brescia, Banca di Valle Camonica, Banca Regionale Europea, Banca Popolare Commercio e Industria.

Le pratiche si effettuano nei giorni di martedì e giovedì dalle 9 alle 12,30 previo appuntamento, prenotando al numero della Cisl 035 324131. La pratica si svolge a titolo gratuito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA