Benzinai, schede carburanti addio Dal 1° luglio fatturazione elettronica

Benzinai, schede carburanti addio
Dal 1° luglio fatturazione elettronica

Le schede carburanti hanno i giorni contati. Caduto l’emendamento per la proroga, dal 1°luglio saranno infatti rimpiazzate da e-fatture.

L’obbligo della fatturazione elettronica coinvolgerà i benzinai italiani, primi e unici in Europa ad adottare la «contabilità» digitale. Nella nostra provincia il provvedimento (Legge di Bilancio 2018 n. 205 del 27 dicembre 2017 ) coinvolgerà 215 imprese di gestione di carburante per circa 300 impianti, di cui 38 in città. Sono 99.300 i lavoratori indipendenti che dovranno richiedere fatture digitali ed effettuare pagamenti tracciabili (con carta di credito, bancomat, assegno o bonifico) per potere scaricare le spese di gasolio e benzina. Pena la rinuncia a detraibilità e deducibilità per i consumi dei carburanti destinati all’impresa.

In Italia, nel bel mezzo dell’esodo estivo, il provvedimento interesserà oltre a 21 mila stazioni. Per informare le imprese sul nuovo obbligo sulle novità e gli oneri che il provvedimento comporta, Ascom Bergamo promuove nella sua sede di Borgo Palazzo domani alle 21 un incontro aperto alla categoria.

I benzinai non nascondono la loro preoccupazione: «La nostra categoria - commenta Renato Mora, presidente dei gestori di impianti di carburanti Ascom- ha margini troppo bassi per sostenere i costi, peraltro accresciuti, dei pagamenti elettronici ora che per la deducibilità d’impresa il pagamento non può più avvenire in contanti». Non vi è inoltre al momento alcuna rassicurazione sull’adozione di un regime transitorio che possa rendere meno traumatico questo passaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA