Bpu, via libera alla fusione di Banca Lombarda

Bpu, via libera alla fusione di Banca Lombarda

Via libera dall’assemblea straordinaria dei soci di Bpu alla fusione per incorporazione di Banca Lombarda nell’istituto bergamasco, progetto che dà vita a Ubi Banca, quarto gruppo bancario italiano per numero di sportelli (circa 2.000). La fusione è stata votata quasi all’unanimità dagli oltre 7mila partecipanti all’assemblea (di persona o per delega) aventi diritto di voto. Fisicamente, nei padiglioni della Nuova Fiera di Bergamo, dove alle 9 ha preso il via puntuale l’assemblea, erano presenti oltre 3.700 soci. L’approvazione del progetto di fusione era il primo punto dell’ordine del giorno dell’assemblea di Bpu, che, essendo l’incorporante, ha anche approvato l’aumento di capitale al servizio dell’operazione, e l’adozione del nuovo nome Ubi Banca-Unione di Banche italiane oltre al nuovo testo di statuto sociale che recepisce, tra l’altro, l’adozione del sistema di governance duale.
L’assemblea di Bpu, nella parte ordinaria, ha anche nominato il consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, che sarà composto da 23 membri (11 espressione di Bpu, 11 di Banca Lombarda e 1 delle liste di minoranza). Per la sua prima edizione, sono stati designati alla carica di presidente Gino Trombi (presidente Banca Lombarda) e di vicepresidente vicario Giuseppe Calvi (vicepresidente Bpu). Gli altri componenti sono: Luigi Bellini, Mario Cattaneo, Virginio Fidanza, Enio Fontana, Carlo Garavaglia, Pietro Gussalli Beretta, Giuseppe Lucchini, Italo Lucchini, Federico Manzoni, Mario Mazzoleni, Andrea Moltrasio, Salvatore Toti Musumeci, Sergio Orlandi, Alessandro
Pedersoli, Giorgio Perolari, Sergio Pivato, Franco Polotti, Pierfrancesco Rampinelli, Roberto Sestini, Romain Zaleski e Paolo Ferro-Luzzi.
Il consiglio di sorveglianza nominerà successivamente il consiglio di gestione. Presidente sarà Emilio Zanetti (presidente Bpu), vicepresidente Faissola e consigliere delegato Giampiero Auletta Armenise (a.d. Bpu).

Nel dettaglio, all’assemblea Bpu in 6.989 hanno votato a favore del progetto di fusione con Banca Lombarda, pari al 99,6% degli aventi diritto. I contrari sono stati 16, gli astenuti 9.
Il via libera alla fusione è venuto anche dall’assemblea dei soci di Banca Lombarda, che si è svolta Brescia.(03/03/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA