Cresce l’occupazione in Bergamasca Ecco la classifica del lavoro nei Comuni

Cresce l’occupazione in Bergamasca
Ecco la classifica del lavoro nei Comuni

Una situazione non troppo mossa quella delle imprese nel primo trimestre 2018 che si chiude con 94.911 attività registrate in provincia di Bergamo, ma buone notizie sul fronte dell’occupazione, cresciuta di 15 mila unità.

È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio sulle imprese di agosto, curato dalla Camera di commercio che però fa notare come nell’incremento dei posti di lavoro, ci siano anche molti interinali o contratti a termine, missioni brevi e tanto part time. In leggero calo invece le imprese attive che sono 84.886: scendono di 159 posizioni pari al -0,2% su base annua per il settimo trimestre consecutivo. Nel primo trimestre dell’anno si sono avute 1.814 nuove iscrizioni d’impresa (-2,7% su base annua) e 2.163 cessazioni (-1,1%), con un saldo negativo di -349 unità (-322 nel corrispondente periodo del 2017). Aumentano le società di capitale (+1,5%), mentre sono in calo le società di persona (-1,6%), le imprese individuali (-1%) e le altre forme giuridiche (-1,3%), in prevalenza cooperative. Anche il settore artigiano, con 30.723 imprese a fine marzo 2018, registra una riduzione del -1% su base annua.

Un passo indietro, abbastanza inaspettato dopo i primi segnali incoraggianti seguiti alla grande crisi, lo fanno le imprese legate all’edilizia: -313 rispetto a un anno fa, in prevalenza tra quelle artigiane, ma anche il commercio all’ingrosso e al dettaglio e le riparazioni (-211, pari al -1,1%), le attività immobiliari (-20 pari al -0,3%), le attività manifatturiere (-116 pari al -1%,).

Di contro aumentano invece le imprese attive nei comparti dei servizi: 180 in più (+6,9%) in quelli di supporto alle imprese; 74 in più (+3,9%) nei servizi di informazione e comunicazione, 94 in più (+2,7%) nelle attività professionali, scientifiche e tecniche. Viene anche confermata la tendenza alla forte crescita su base annua delle imprese straniere (+3,4%), ma anche all’aumento delle imprese femminili (+0,7%), mentre continua la flessione (-3,3%) delle imprese giovanili.

Come detto invece, il numero di posti di lavoro delle imprese (dati Inps) sono comunque in crescita sensibile, rispetto allo stesso periodo 2017, con un numero complessivo di impiegati che toccano quota 379.917 addetti. Abbiamo analizzato i dati di tutti i Comuni bergamaschi per visualizzare il lavoro in provincia di Bergamo. In questa infografica interattiva è possibile verificare il numero degli addetti per singolo Comune.

L’incremento complessivo è di quasi 15mila addetti, con una variazione positiva del +4,1%, soprattutto nei servizi di supporto alle imprese (4.372 posti in più) e nelle attività manifatturiere (+2.604),mentre perdono addetti le costruzioni (-401), conseguenza della nuova ritirata dell’edilizia. Quali sono le differenze tra il 2017 e il 2018? Grazie a questa infografica è possibile verificare, Comune per Comune, la differenza di posti di lavoro tra il 2017 e il 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA