Da Bergamo fino al Polo Nord Giacca hi-tech per il dirigibile Nobile

Da Bergamo fino al Polo Nord
Giacca hi-tech per il dirigibile Nobile

Dalla passione per la montagna alla creazione di un capo di abbigliamento che ora è la «divisa» al Polo Nord della squadra di ricercatori della missione Polarquest2018 , supportata tra le altre dal Cern e dalla Società Geografica Italiana.

Nasce da un’idea di tre bergamaschi il giaccone Nobile N1, capo iconico che ha dato il via a una nuova etichetta, tutta bergamasca: la Svalbard Islands (che prende il nome dalle isole vicine al Circolo Polare Artico, ndr), di proprietà della Daritex di Rogno, azienda familiare avviata nel 1953 da Giuseppe Scarpellini e ora gestita dal figlio Stefano con la moglie Amalia Maffessoli, specializzata nella creazione e produzione di abbigliamento maschile casual e sportswear per conto terzi, con 25 dipendenti e un fatturato di 3 milioni di euro.

«Volevamo raccontare il senso dell’avventura e il valore della tecnologia con un capo di abbigliamento perfetto per ambienti urbani, ma anche outdoor sottoposti a qualsiasi variazione climatica» spiega il 28enne Gianluigi Scarpellini, terza generazione della Daritex, che ha progettato questo giaccone con Ivan Bonaldi e Matteo Ducoli. Ogni dettaglio è studiato alla perfezione: «Nobile N1 è una giacca sportiva in duvet, realizzata con materiali e accessori tecnologici: il capo è idrorepellente, antivento e antimacchia – continua Scarpellini -. La tasca interna è multimediale in tessuto Tecnostan che protegge il corpo dalle radiazioni elettromagnetiche fino al 60%. E’ stato inserito anche un oblò trasparente con pellicola touch per l’attivazione protetta dello smartwatch mentre una retro-tasca esterna water-resistant permette di custodire oggetti bagnati e ingombranti. Infine le due zip laterali garantiscono la regolazione della temperatura corporea».

Curiosità sul nome: «Il capo si ispira alle grandi gesta di Umberto Nobile, una personalità di riferimento dell’aeronautica italiana». Bisogna risalire al 12 maggio 1926, quando Nobile viaggiò a bordo del primo dirigibile che sorvolò il Polo Nord: «Quel dirigibile semirigido era stato ideato e costruito in Italia, proprio dall’ingegnere Nobile, e fu battezzato Norge (N1). Ecco il perché del nome della nostra giacca». Che lo scorso maggio è finita su kickstarter.com per un progetto di crowdfunding: «Abbiamo raccolto i 12 mila euro come ci eravamo prefissati – continua Scarpellini -. Ora il progetto di Nobile continua una raccolta di fondi su kickstarter, ma intanto abbiamo avviato la produzione». Che è realizzata in Cina, in un’azienda con cui la Daritex collabora.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA