Dopo il fallimento, lavoratori tutti riassorbiti Raro caso: dalla ex Lupini Targhe alla  Fim

Dopo il fallimento, lavoratori tutti riassorbiti
Raro caso: dalla ex Lupini Targhe alla Fim

Previsto già da qualche giorno, è stato raggiunto e firmato venerdì 6 febbraio l’accordo per il trasferimento definitivo di tutti i lavoratori della ex Lupini Targhe (fallita nel 2013) alla nuova International Fim srl.

Quest’ultima dal febbraio 2014 era subentrata nello stabilimento di Pognano attraverso l’affitto di ramo d’azienda. Inizialmente erano stati riammessi al lavoro 155 dipendenti, saliti poi progressivamente ai quasi 200 attuali (circa una ventina hanno scelto la mobilità volontaria nell’ottobre del 2014). Ora che la formula dell’affitto di ramo d’azienda è in scadenza, si è dunque arrivati al passaggio di tutto l’organico alla nuova società.

«Viene così garantita la continuità lavorativa - ha commentato fa Claudio Ravasio della Fiom-Cgil di Bergamo -. Siamo davvero molto soddisfatti, siamo di fronte a un caso raro in cui, dopo un fallimento, vengono riassorbiti tutti i lavoratori e a loro si garantiscono i trattamenti economici e normativi in vigore precedentemente. Il passaggio di oggi, poi, conferisce stabilità alla stessa azienda e rappresenta un primo passo per conquistarsi maggiori ordinativi da parte di clienti che, nel settore automotive, hanno sempre chiesto garanzie di lunga durata nelle forniture».


© RIPRODUZIONE RISERVATA