Dorel, manifestazione a Telgate

Dorel, manifestazione a Telgate

L’annuncio dello smantellamento del settore produttivo alla Dorel Italia di Telgate, che comporterà il licenziamento di 100 dipendenti entro il prossimo marzo, ovvero i tre quarti degli attuali occupati, ha fatto scattare un’immediata protesta da parte dei lavoratori che oggi sono scesi in piazza. Erano circa 200, affiancati da esponenti sindacali e anche da rappresentanti di altre realtà produttive del territorio.

Partito alle 9,15 dalla sede dell’azienda in via Verdi, il corteo, contrassegnato da striscioni e bandiere, ha raggiunto verso le 10 la piazza del Comune. Una delegazione dei manifestanti è stata successivamente ricevuta dal sindaco, il quale ha espresso la sua piena disponibilità e quella dell’Amministrazione nel tentare di trovare una soluzione alla vertenza. La dirigenza dell’azienda e i rappresentanti dei lavoratori si sono infine incontrati nel pomeriggio nella sede della Confindustria di Bergamo.

L’azienda di Telgate, che fa capo alla multinazionale franco-canadese Dorel Industries, si occupa di articoli riguardanti la cosiddetta «puericultura pesante», ovvero seggioloni, carrozzine e passeggini. Circa un mese e mezzo fa la direzione ha comunicato che entro il 31 marzo 2007 sarebbero stati mandati a casa 100 dei 135 occupati nello stabilimento di Telgate. Strategia che in pratica prevede solo il mantenimento dei posti di lavoro di quanti operano nell’amministrazione, nel settore commerciale e nel magazzino della ditta, con l’evidente obiettivo di trasformare la stessa in una filiale di vendita.
(14/12/2006)

© RIPRODUZIONE RISERVATA