Domenica 02 Aprile 2006

Edil 2006 chiude a quota 44mila visitatori: 2mila in più del 2005

Nei quattro giorni di apertura, dal 30 marzo al 2 aprile, Edil 2006 ha raccolto l’interesse di 44 mila visitatori, duemila in più dell’anno scorso: sei convegni, due concorsi, 308 espositori, 670 stand e un nuovo padiglione di tre mila metri quadri completano il quadro della 20ª fiera dell’edilizia.

Il problema parcheggi
Ma come già accaduto in passato, non sono bastati i 2.600 posti auto a disposizione: i veicoli sono stati parcheggiati ovunque, persino lungo l’Asse interurbano e nei campi. La polizia locale è intervenuta e ha staccato, tra sabato pomeriggio e domenica, una sfilza di multe: 150 in tutto. «Siamo dovuti intervenire per forza – spiega Delfino Magliano, responsabile del pronto intervento della polizia locale di Bergamo – a fronte di decine di telefonate alla nostra centrale operativa, soprattutto da parte di pedoni». E il comandante Massimo Chizzolini aggiunge: «Non si parli di linea dura. Vogliamo solo evitare che certi automobilisti pensino che esistono zone franche. Nel caso della fiera si erano create situazioni di pericolo per i pedoni e siamo intervenuti». L’assessore alla Sicurezza Antonio Misiani concorda: «Questo è un atteggiamento equilibrato, volto a dare risposta alle preoccupazioni di molti cittadini».

I commenti
«Siamo molto soddisfatti – afferma Luigi Trigona, segretario generale dell’Ente Fiera Promoberg – per come è stata apprezzato lo sforzo profuso dalla Promoberg. Il risultato non può che riempirci di soddisfazione. I numeri ci inorgogliscono, ma ciò che conta davvero è l’alta qualità dei prodotti presentati in fiera, la diversificazione merceologica, l’indicazione di nuovi campi per il mercato delle costruzioni, a cui si aggiungono una serie di convegni interessanti e utili per il mondo dei professionisti». 

A Isoedil e Jungheinrich il premio
«Architettura» e «Innovazione Tecnologica»

Importanti realtà associative, imprenditoriali e di ricerca del settore hanno scelto di partecipare a Edil 2006 per presentare in anteprima i materiali innovativi e le tecniche di costruzione del futuro. Un tema questo su cui si sono innestate due interessanti iniziative. Oltre al consolidato “Premio Architettura”, promosso per la quarta volta da Promoberg in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Bergamo, Edil 2006 ha visto il vernissage di un’altra importante ed inedita iniziativa: si tratta del “Premio Innovazione Tecnologica” che realizzato da Promoberg, Cciaa, Ordine degli Architetti, Aceb, Comitato Unitario Associazione Artigiani e Aceb, ha visto in lizza oltre cento aziende espositrici.

Tante sono state, infatti, le domande di partecipazione giunte alla segreteria organizzativa della Fiera, attestanti novità e prodotti improntati alla ricerca ed all’innovazione.

Questi i verdetti. La giuria, presieduta dall’architetto Achille Bonardi, ha assegnato la quarta edizione del premio “Architettura”, per la qualità dell’allestimento dello stand e dei progetti realizzati, alla ditta Isoedil Tecnologie Trasparenti di Bagnatica. Hanno ricevuto una speciale menzione le ditte Ripamonti serramenti di Mozzo per la qualità dei serramenti presentati in fiera, prodotti dalla ditta Sudtirol Fenster di Gais (Bz), la Fornace Laterizi Vardanega Isidoro di Possagno (TV), produttore del brevetto Bicoppo e l’azienda Bettinelli Luciano di Bergamo per la varietà dei prodotti presentati e per l’impegno profuso dall’azienda nella diffusione di prodotti e servizi per l’edilizia sostenibile e compatibili con l’ambiente. Grazie al carrello elevatore elettrico con cabina girevole, la Jungheinrich, azienda tedesca rappresentata in Italia dalla sede milanese di Rosate si è aggiudicata, infine, il Premio Innovazione Tecnologica. Grazie al sistema di rotazione della cabina, il carrello riduce il rischio di incidenti e infortuni nel trasporto dei materiali, contribuendo in modo significativo alla sicurezza del lavoratore.

(02/04/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata