Giovedì 16 Novembre 2006

Fusione Bpu e Lombarda, sindacati preoccupati

Fa discutere le organizzazioni sindacali l’annunciata fusione tra Bpu e Banca Lombarda. In particolare, quelle del gruppo Bpu esprimono «preoccupazione» sull’eventuale ricaduta occupazionale, auspicando la salvaguardia dei posti di lavoro. «Desta forti contrarietà – recita una nota dei sindacati - la previsione di 1.300 esuberi in banche che sono già state oggetto di sensibili riduzioni di personale. Peraltro non vi sono previsioni di nuove assunzioni come avviene in altre operazioni analoghe».

I sindacati chiedono quindi l’apertura di un confronto tra le parti «senza aspettare i tempi contrattualmente previsti in senso stretto, per acquisire un quadro di garanzie e tutele a favore di tutto il personale dipendente del nuovo gruppo». Infine esprimono contrarietà sulla decisione del Consiglio d’amministrazione di Bpu di cedere 15 sportelli di Banca Carime a Popolare Pugliese, tra i quali la sede storica di Foggia, in cui sono impiegati 30 lavoratori.

Intanto a Piazza Affari i due titoli hanno registrato un rialzo: Bpu sale dell’1,33% mentre Banca Lombarda avanza dello 0,83%.(16/11/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata