Gli spiccioli in tasca? Fastidiosi Per eliminarli ora si arrotonda

Gli spiccioli in tasca? Fastidiosi
Per eliminarli ora si arrotonda

Si torna a parlare di spiccioli: quelli da 1 e 2 centesimi in tasca o nel portafoglio altro non sono che un peso fastidioso.

Nonostante da tempo si parli di adeguare i prezzi, arrotondandoli fino almeno ai 5 centesimi, a far sparire progressivamente i tagli più piccoli ci ha pensato lo Stato, con una legge - approvata il 21 giugno 2017- che ne dispone la sospensione del conio delle monete da 1 e 2 centesimi dal 1° gennaio di quest’anno.

L’obiettivo è di risparmiare 20 milioni di euro di conio all’anno che saranno destinati al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato. Per il conio di quella da 1 centesimo lo Stato sborsava quasi cinque volte tanto (4,5 centesimi) e per quello della moneta da 2 centesimi, quasi il triplo (circa 5,2 centesimi).

Intanto l’indicazione per i commercianti è quella iniziare ad arrotondare i prezzi, per eccesso o per difetto, ai 5 o 10 centesimi.

Scopri come dovranno fare i commercianti acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 3 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA