«Il cibo è il futuro del commercio» E Wagamama non si ferma a Orio

«Il cibo è il futuro del commercio»
E Wagamama non si ferma a Orio

«Il food è il futuro del retail». lo dice Matteo Percassi, amministratore delegato di Percassi Food&Beverage, ramo dedicato alla ristorazione della società che opera negli ambiti del real estate, dello sviluppo e gestione di reti commerciali di grandi marchi (tra cui Gucci e Nike nel fashion, ma anche Starbucks e Wagamama nella ristorazione) e con i propri brand in più settori, dalla cosmetica (Kiko Milano) alle calzature (Vergelio) fino alla vendita per corrispondenza (DMail).

In un’intervista rilasciata a Pambianco l’imprenditore bergamasco parla della scommessa del cibo lanciata lo scorso anno con la partnership siglata da Wagamama con WItalia Srl, società controllata dalla holding Percassi Food&Beverage, per portare in Italia il format di Asian food che si è imposto a Londra. L’apertura annunciata a Orio al Serio è per prossimo giovedì 25 maggio. Ma non si fermerà qui: «Dopo Oriocenter, apriremo il locale anche in un aeroporto, in un outlet e un ristorante in centro a Milano, dove stiamo cercando la location più adatta. Abbiamo focalizzato due o tre zone secondo noi ideali, ma per ora non abbiamo ancora trovato un locale che ci convinca del tutto».

Matteo Percassi

Matteo Percassi

Perchè il food è al centro del business: «L’idea di creare una holding a parte è la conseguenza degli accordi conclusi con Starbucks e poi con Wagamama. Da tempo la mia famiglia guardava al food con interesse e nel momento in cui le intenzioni si sono concretizzate, abbiamo pensato fosse necessario strutturarsi per essere pronti a crescere e a investire nei format di ristorazione. L’esperienza fatta con Da 30Polenta, in particolare, ci è stata utile per testare le differenze tra il food e gli altri business da noi presidiati in ambito fashion, beauty e consumer».


© RIPRODUZIONE RISERVATA