Il gelato nel deserto? In Arabia Saudita è bergamasco

Il gelato nel deserto?
In Arabia Saudita è bergamasco

Sace ha assicurato per circa 560 mila euro la fornitura in Arabia Saudita di un impianto per la produzione di gelato realizzato dall’italiana Technogel, azienda di Grassobbio leader mondiale nel comparto dei macchinari per gelato.

Attiva dal 1955 in più di 60 paesi, l’azienda esporta in tutto il mondo soluzioni innovative adatte alle esigenze sia di piccoli produttori artigianali sia di produttori industriali di medio-grandi dimensioni. Con quest’operazione, Technogel entra nel mercato dell’Arabia Saudita - tra i paesi a maggior potenziale a livello globale per l’export italiano, verso il quale Sace prevede una crescita del 4,3% medio annuo nei prossimi quattro anni per il comparto della meccanica strumentale - e consolida la pluriennale collaborazione con Sace.

In sei anni di partnership con Sace, la società bergamasca ha esportato in tutta sicurezza i propri macchinari in Perù, Uruguay, Argentina, Messico, Brasile per un valore complessivo di contratti di circa 3 milioni di euro. «Sace ha rappresentato in questi anni un valido partner che ci ha permesso di proporre soluzioni finanziarie ai nostri clienti, a costi competitivi, azzerando di fatto il rischio di credito» ha dichiarato Roberto Rossi, amministratore delegato di Technogel.

Sace conferma il suo sostegno alla filiera agroalimentare e alla meccanica applicata al settore, fiore all’occhiello del Made in Italy che, secondo RE-start, il rapporto di Sace sulle previsioni export italiane, sarà uno dei settori a maggiore crescita nei prossimi 4 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA