Venerdì 15 Febbraio 2013

Imprese&Territorio: quattro punti
per superare la crisi economica

Imprese&Territorio, Comitato unitario delle Associazioni d'impresa, ha presentato stamattina, venerdì 15 febbraio, il Documento programmatico 2013 nominando nel contempo un comitato formato da don Francesco Poli per la Pastorale, Laura Viganò per l'Università e Giuseppe Vavassori, rappresentantate di Imprese&Territorio. Il Comitato dovrà elaborare idee e riflessioni da finalizzare nell'assemblea di Imprese&Territorio.

All'appuntamento era presente anche Giuseppe Tripoli, capo del Dipartimento per le imprese e l'internalizzazione del ministero dello Sviluppo economico che ha sottolineato come sia fondamentale il ruolo dell'Europa per il sostegno alle piccole e medie imprese invitando queste ultime a creare distretti e consorzi, perché soltanto uniti si può sopravvivere.

Potete leggere il documento programmatico nell'allegato. La programmazione per superare le congiuntura economica (negli ultimi mesi si è registrato un ulteriore peggioramento in tutti gli indicatori della produzione) è qui sintetizzata in quattro punti salienti.

1. Potenziare il confronto con il mondo politico e istituzionale in un rapporto autonomo e costruttivo finalizzato a costruire una “Governance” locale in grado di elaborare progetti e azioni per un rilancio delle politiche economiche e industriali del territorio.

2. Intensificare l'ascolto delle imprese, particolarmente in questo contesto di crisi economica, per intercettarne i bisogni e individuare gli strumenti più adeguati per supportarne lo sviluppo.

3. Approfondire, con i sindacati dei lavoratori, i temi relativi alle politiche attive e passive del lavoro, alle politiche per la formazione e, in particolare, le modalità con cui declinare territorialmente l'implementazione della riforma del mercato del lavoro e il testo unico dell'apprendistato.

4. Rinvigorire le relazioni con il sistema bancario e creditizio per garantire alle MPMI maggiori, più agevoli e meno costose possibilità di accesso al credito.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata