In pensione? Il 31% della popolazione L’assegno medio mensile è di 883 euro

In pensione? Il 31% della popolazione
L’assegno medio mensile è di 883 euro

I pensionati in terra bergamasca sono il 31 per cento della popolazione e percepiscono in media un assegno mensile di 883 euro.

Un dato che - secondo l’analisi fatta da Il Sole-24 Ore - colloca la nostra provincia al 57° posto in Italia per numero di pensioni erogate, a parimerito con Pordenone. La più pensionata d’Italia è la provincia di Biella (42% della popolazione), mentre all’ultimo posto troviamo Caserta (21.7%). In Italia il 29,7% della popolazione risulta coperto da almeno una pensione.

La pensione di anzianità è la più diffusa in Bergamasca: la percepisce il 9,6 % della popolazione ed è in media di 1.540 euro. Un dato che ci colloca al 16° posto in Italia al pari con Bologna, Como e Siena.

Subito dopo ci sono le pensioni di vecchiaia che nella nostra provincia vengono consegnate ogni mese al 9,2 % della popolazione. L’assegno in questo caso è ben diverso: 542 euro al mese. La Bergamasca è al 48° posto in Italia insieme a Cremona e Torino.

Le pensioni di vecchiaia e anzianità sono più concentrate al Nord, mentre il Sud percepisce in media più assegni sociali. Infatti per quanto riguarda le pensioni di invalidità la Bergamasca precipita al 99° posto in Italia (insieme a Brescia Lodi e Mantova), con solo lo 0,9% della popolazione che le percepisce. L’assegno medio mensile è di 741 euro. Ai primi tre posti per pensioni di invalidità troviamo Lecce, Potenza e benevento.

Da ultimo le pensioni di invalidità civile: in terra orobica le percepisce il 3,4% della popolazione, con un assegno medio di 442 euro. La Bergamasca è al 93° posto in compagnia di Brescia, Milano e Varese, in pratica mezza Lombardia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA