La Pasqualina tra i migliori bar d’Italia tra materie prime di qualità e accoglienza

La Pasqualina tra i migliori bar d’Italia
tra materie prime di qualità e accoglienza

Noi facciamo il tifo per Bergamo e facciamo il tifo per una realtà locale che da sempre punta sulla qualità e l’accoglienza.

Venerdì 9 ottobre alle 11.30 negli spazi della Triennale di Milano in via Alemagna 6, Illy e Gambero Rosso presenteranno la guida Bar d’Italia 2016 in cui verrà proclamato il vincitore del Bar dell’anno. Una giuria di esperti e una giuria popolare riconosceranno il giusto merito ai 42 locali finalisti rappresentativi di tutte le regioni italiane.

La Pasqualina di Riccardo Schiavi è per il terzo anno consecutivo nel lotto dei candidati: ripensando il suo gelato in chiave gastronomica, ha deciso di presentarne uno alla castagna di Calizzano in salsa di caco e zenzero, uno di nocciola delle Langhe con biscotti al cacao e salsa gianduia, uno zabaione al Passito di Pantelleria «Bukkuram» con croccante di cantucci, un gelato alla zucca e amaretti e un sorbetto all’uva americana.

Con 103 anni di storia e di gusto, selezionando da sempre i migliori prodotti, la Pasqualina è uno dei locali italiani più apprezzati e il faro gourmet della provincia di Bergamo, in termini di eclettismo e qualità. Sempre con un obiettivo, molto caro a Riccardo Schiavi: tornare all’origine della materia e all’origine della trasformazione. A partire dal gelato, passando per la viennoiserie, le torte da forno, l’accoglienza e finendo con i lievitati, ultima grande scommessa per l’inverno 2015/2016.

Riccardo ha deciso di girare l’Italia per conoscere uno ad uno i produttori che partecipano alla creazione dei suoi prodotti e ha deciso di comunicarli nella sua maniera schietta e diretta, senza segreti nei suoi locali di Almenno San Bartolomeo, Bergamo, Milano e Porto Cervo. Dal produttore di ciliegie di Bolgare a quello di nocciole di Cravanzana per arrivare alle castagne di Calizzano essicate nei tecci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA