La Thot Gioielli e l’alta bigiotteria Da Chiuduno alla conquista del mondo
Susanna Lissignoli

La Thot Gioielli e l’alta bigiotteria
Da Chiuduno alla conquista del mondo

Ad aiutarla nella sua espansione verso i mercati esteri è stato anche il programma Incoming Buyer di Promos.

È partita da zero nel 2010 e in poco tempo ha costruito un’azienda che produce migliaia di gioielli di alta bigiotteria ogni anno. Susanna Lissignoli è titolare della Thot Gioielli, che ha sede a Chiuduno. Ad aiutarla nella sua espansione verso i mercati esteri è stato anche il programma Incoming Buyer di Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi che svolge questo servizio di internazionalizzazione per tutte le aziende lombarde interessate.

Alcune delle creazioni della Thot Gioielli

Alcune delle creazioni della Thot Gioielli

«Acquisto delle antiche filigrane di ottone a Parigi e le porto a dei maestri orafi toscani che le lavorano. Poi compro pietre semi-preziose e le faccio lavorare nel milanese». Una volta terminato il prodotto viene diffuso in commercio. «Siamo partite nel 2010 – sottolinea la titolare – con questa passione per la bigiotteria, che mi ha trasmesso mia madre. Nel 2013 ho iniziato ad andare a tutti i saloni internazionali più importanti e ci hanno iniziato a conoscere fuori dall’Italia. Lavoriamo con uno showroom importante a Milano e a Bergamo con il negozio Ela Antichità». In un anno la Thot Gioielli produce «circa 3mila pezzi, anche di più» con una «distribuzione internazionale».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 24 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA