Mercoledì 29 Aprile 2009

L'aeroporto di Orio al Serio vola
Per la Sacbo 10 milioni di utile

L’assemblea degli azionisti della Sacbo, riunita in prima convocazione presso l’Aeroporto di Orio al Serio, alla presenza di tutti i soci, ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2008 varato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta svoltasi il 25 marzo scorso.

L’attività svolta da Sacbo ha generato ricavi per 84,226 milioni, in crescita di 5,747 milioni rispetto all’esercizio precedente (+7,3%) chiuso con ricavi per 78,479 milioni. A tale incremento hanno contribuito sia i risultati della gestione tipicamente aeronautica (+ 11% rispetto al 2007), sia quelli relativi alle attività commerciali (+ 11,5 %). Il margine operativo lordo è risultato pari a 23,836 contro i 22,774 milioni del 2007, corrispondente al 28,3 % rispetto al fatturato complessivo. In leggero calo, rispetto all’esercizio precedente, gli ammortamenti, che tornano sui livelli dell’esercizio 2006 attestandosi a 7,278 milioni (nell’esercizio precedente erano 7,684 milioni), pari all’ 8,6% dei ricavi, mentre gli accantonamenti corrispondono a 1,899 milioni (erano 1,581 milioni nell’esercizio 2007) e rappresentano il 2,3 % del totale dei ricavi.

A fronte di un risultato operativo di 14,659 milioni, pari al 17,4 % dei ricavi, e di imposte per 5,420 milioni, nel 2008 Sacbo ha conseguito un risultato utile di esercizio di 10,256 milioni (in aumento rispetto ai 9,932 milioni dell’esercizio precedente), che l’assemblea dei soci ha deciso di destinare nella misura di 512.833,70 , pari al 5%, a riserva legale, e i restanti 9.743.840,30 a riserva straordinaria, in considerazione dei rilevanti investimenti previsti per il 2009 e anni successivi.

L’assemblea degli azionisti ha provveduto, inoltre, alla nomina di Gianpietro Borghini a componente il consiglio di amministrazione che resterà in carica fino alla data di svolgimento dell’assemblea per l’approvazione del bilancio di esercizio 2010. Borghini era stato cooptato nel CdA di Sacbo nell’estate 2008, in sostituzione dello scomparso Alfio Lamanna, assumendo successivamente la carica di vicepresidente e componente il comitato esecutivo.

Nella relazione al bilancio di esercizio 2008, il presidente di Sacbo, Mario Ratti, ha riassunto le strategie degli investimenti in corso d’opera, finalizzati ad adeguare l’aerostazione ai flussi di passeggeri e consegnare entro fine 2009 un’area partenze triplicata in termini di superficie utile rispetto a quella attuale, garantendo maggiori comfort e spazi per gli esercizi commerciali.

Ratti ha confermato, altresì, il rispetto del budget di previsione 2009, tenuto conto dell’andamento confortante del movimento passeggeri e delle indicazioni di ripresa del traffico courier, in un quadro di perdurante flessione generale del trasporto aereo civile. Dopo aver ribadito la volontà di puntare a migliorare ulteriormente i servizi, in una logica di sviluppo ragionato dell’attività operativa, Ratti ha illustrato gli interventi successivi previsti dal piano di adeguamento dell’aerostazione, secondo criteri modulari da sottoporre ad Enac, e che prevedono in primo luogo la risistemazione dell’area arrivi e la volontà di riaggreggare gli uffici Sacbo accorpandoli in corrispondenza dell’area partenze. Il presidente ha rivolto poi un ringraziamento a tutti gli enti aeroportuali e al personale di Sacbo per la collaborazione fornita in termini di professionalità che concorre al buon funzionamento dello scalo e determina livelli elevati di efficienza e soddisfazione unanimemente riconosciuti dai rilevatori di qualità.

Il consigliere delegato di Sacbo, Renato Ravasio, ha rimarcato i risultati confortanti del bilancio 2008, nonostante le difficoltà manifestate dal settore del trasporto aereo nell’ultima parte dello scorso anno, e la conferma nel 2009 del trend positivo movimento passeggeri che si avvia ad un significativo consolidamento nel mese di aprile. Oltre alla conferma dei programmi della compagnia aerea Ryanair, che prevede il posizionamento della nona macchina con base permanente sullo scalo a partire dagli inizi di luglio, Ravasio ha annunciato nuovi accordi per il settore charter e una serie di manifestazioni di interesse da parte di vettori aerei dichiaratisi disponibili ad operare sull’Aeroporto di Orio al Serio.

Relativamente alle azioni condotte nel 2009, ha sottolineato il conseguimento di risultati positivi sul fronte dei costi di gestione, continuando a garantire la piena efficienza dei servizi, la razionalizzazione dei parcheggi e l’aumento di capacità dei controlli di sicurezza.

Nel corso dei lavori di assemblea, il presidente Ratti ha ricordato il consigliere Alfio Lamanna, scomparso il 17 giugno 2008, sottolineandone l’impegno profuso per l’Aeroporto di Orio al Serio, con la passione e la competenza che lo contraddistinguevano. Nel corso dei lavori dell’assemblea hanno preso la parola: Mario Ratti (presidente Sacbo), Renato Ravasio (consigliere delegato Sacbo), Valerio Bettoni (presidente Provincia di Bergamo), Salvatore Costa (SEA), Dario Guerini (Comune di Bergamo), Alessandro Guerini (Credito Bergamasco), Giovanni Capelli (Camera di Commercio Bergamo), Alberto Barcella (Confindustria Bergamo), Paolo Nava (UBI Banca), Maria Grazia Mulè (Italcementi), Lucio Bozzetto (Aeroclub Taramelli).

a.ceresoli

© riproduzione riservata