Liste mobilità: altri 692 lavoratori In totale più +355 rispetto al 2014

Liste mobilità: altri 692 lavoratori
In totale più +355 rispetto al 2014

Nelle liste di mobilità riservate alle aziende medio-grandi (con più di 15 dipendenti) approvate nella mattinata di mercoledì 3 giugno durante la seduta della Sottocommissione Provinciale di Bergamo sono confluiti altri 692 lavoratori: dall’inizio dell’anno sono 1.487, mentre alla stessa data del 2014 erano 1.132.

«In gran parte - ha spiegato Orazio Amboni del dipartimento Welfare della Cgil di Bergamo - non si tratta di “nuovi” casi di crisi aziendali, bensì di lavoratori giunti alla fine del periodo di Cassa straordinaria in alcune grandi aziende, da tempo in crisi, come ad esempio la Manifattura Valle Brembana (227 inseriti oggi, per un totale di 323, procedura conclusa; è la foto principale), dell’Impresa Pandini (84 oggi, su un totale di inseriti di 90 persone, procedura conclusa) e di Sessa Marine (totale inseriti oggi 117, procedura conclusa)».

I settori di provenienza dei 692 lavoratori inseriti sono: 309 Tessile-Abbigliamento, 150 Edilizia, 120 Gomma Plastica, 30 Commercio terziario, 29 Manifatturiero (bottoni, calzature, ombrelli), 23 Meccanica, 21 Laterizi, lapidei, cemento, 8 Carta, cartone, Cartotecnica e 2 Legno, arredamento.

Durante la riunione è stato chiarito che nei casi in cui non coincidano la data di fine mobilità con la data di fine indennità (ad esempio a causa del preavviso), gli sgravi contributivi per l’azienda che assume il lavoratore sono concessi per tutto il periodo indennizzato, anche se successivo alla data di fine mobilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA