Giovedì 06 Marzo 2008

Nuovo polo industriale per la Brevi di Telgate

Investimento nella struttura produttiva e innovazione del prodotto: sono le parole chiave del futuro della Brevi di Telgate, la società condotta dalla seconda generazione imprenditoriale della famiglia Brevi e specializzata nella produzione di articoli per la prima infanzia. L’investimento nella struttura produttiva è stato portato a termine nel luglio scorso dopo aver impegnato 11 milioni di euro che hanno dato vita ad un nuovo insediamento industriale di 25 mila metri quadrati dove è stata concentrata tutta l’attività produttiva e logistica.

L’innovazione della produzione, invece, ha puntato all’ingresso in un nuovo settore d’attività: a fianco della tradizionale realizzazione di lettini e seggioloni e a quella più recente di passeggini e carrozzine, ieri Brevi ha ufficializzato il suo ingresso nel mercato dei prodotti per lo svezzamento dei bebè. Il tutto con una nuova linea presentata ieri alla Design Library di Milano: «Vivalapappa». L’obiettivo dichiarato è quello di confermare la dinamicità della società bergamasca che ha chiuso il 2007 con un fatturato di 39 milioni di euro: 7 milioni in più rispetto a quanto realizzato l’anno precedente.

«Con la nuova linea produttiva l’obiettivo è di offrire una gamma di prodotti più completa a servizio del mondo dell’infanzia - ha sottolineato l’amministratore delegato dell’azienda Mauro Brevi -. "Vivalapappa" è la prima linea Family Line, dove i prodotti sono caratterizzati da un design comune, che lanciamo sul mercato ma abbiamo intenzione di continuare a sviluppare altre gamme di prodotti sempre legate all’area dell’allattamento e svezzamento. È una sfida per il futuro perché questo è un mercato nuovo ma le opportunità di crescita ci sono e per il 2008 la previsione di crescita è del 10-15%».

(06/03/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata