Prestiti al consumo, + 17,3% crescita record a Bergamo

Prestiti al consumo, + 17,3% crescita record a Bergamo

Bergamo è seconda in Italia fra le province dove i prestiti personali sono aumentati di più nel 2007. Lo dicono le analisi di Crif Decision Solutions su Eurisc, sistema proprietario di informazioni creditizie che lo scorso anno ha registrato milioni di pratiche di credito al consumo, pubblicati da Il Sole-24 Ore. Anche se la Bergamasca si colloca a metà classifica per l’importo medio per pratica erogata nel 2007 (48° posto con 12.328 euro), è invece seconda per la variazione percentuale rispetto al 2006 (+ 17,3%), preceduta solo da Prato, in Toscana (+18,4%). La media italiana dell’aumento dal 2006 al 2007 è invece dell’8%.

La classifica è a macchia di leopardo, senza particolari distinzioni fra Nord e Sud, e sembra essere influenzata da fattori legati alla cultura e agli atteggiamenti delle famiglie: al vertice, con gli importi più alti, Chieti, Viterbo e Ragusa; agli ultimi tre posti Parma, Trieste e Pesaro.

Le città lombarde sono nell’ordine: Brescia (17° posto), Varese (28), Milano (47), Bergamo (48), Como (52), Mantova (58), Pavia (69), Lecco (83), Lodi (85), Cremona (86), Sondrio (97).

I consumi di beni durevoli, spiegano gli esperti, sono stati sostenuti anche da agevolazioni fiscali e incentivi, come quelli sugli elettrodomestici che consumano meno. Ecco allora che anche in questo campo - quello del prestito finalizzato - Bergamo fa registrare nel 2007 ben 7.649 euro, un importo che la colloca nelle parti alte della classifica, con un incremento sul 2006 del 13,9%.

(19/05/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA