Rc auto, continua il calo dei premi:  in Bergamasca -17% in un anno

Rc auto, continua il calo dei premi:
in Bergamasca -17% in un anno

Il costo di una polizza auto in Italia, a maggio 2015, è calato del 16,5% in soli sei mesi. In provincia di Bergamo il premio medio è stato di 391,42 euro.

Per la nostra provincia la variazione rispetto a 6 mesi fa (435,01€) è più bassa, -10,02%. Rispetto allo stesso mese di un anno fa (472,58€) invece la tariffa media fa segnare un -17,17%.

Dunque migliorano ancora le prospettive per gli italiani alle prese con l’assicurazione auto. La conferma arriva dagli ultimi dati dell’Osservatorio RC Auto di Facile.it e Assicurazione.it che rivelano come in numeri, la spesa media è stata pari a 524,26 euro, addirittura il 21,08% in meno rispetto ad un anno fa.

L’indagine, consultabile integralmente, è stata realizzata monitorando tanto i prezzi praticati dalle compagnie assicurative italiane, quanto i preventivi degli utenti.

«Prosegue da almeno sei mesi la forte riduzione del costo delle polizze RC auto – afferma Mauro Giacobbe, ad di facile.it – perché è costante, in un periodo di conclamata difficoltà economica delle famiglie italiane, il tentativo delle compagnie di studiare prodotti validi per gli assicurati e al contempo competitivi dal punto di vista dei prezzi. La comparazione, vista da questa prospettiva, appare come fondamentale, dato che il confronto delle offerte ha permesso, nello scorso trimestre, di risparmiare fino al 71% sulla polizza auto».

Le garanzie accessorie
Tra le garanzie accessorie, che coprono i danni non inclusi nell’RC auto, la più richiesta resta sempre l’assistenza stradale, che cresce ulteriormente rispetto all’ultima rilevazione: questa opzione è stata inserita dal 31,62% degli italiani che hanno richiesto un preventivo (era il 28,46% a febbraio 2015). Segue la garanzia in caso di infortunio al conducente, presente nel 25,98% dei preventivi. La tutela legale è la terza per numero di preferenze, con il 19,7%. Cala leggermente l’interesse degli italiani per la polizza di furto e incendio, scelta dal 10,9% di chi ha richiesto un preventivo.

Le variazioni regionali
I cali generalizzati su tutto il territorio nazionale riducono il divario tra il Nord e il Sud. La Campania è sempre la regione dove per assicurare l’auto si deve pagare di più, 838,37 euro, ma la discesa dei prezzi registrata nella precedente rilevazione è confermata anche a maggio 2015: il calo è pari al 32,91% rispetto a sei mesi fa e quasi al 40% rispetto a un anno fa.

A seguire troviamo la Puglia (646,35 euro) e la Calabria (626,80 euro). Le regioni più convenienti per chi deve assicurare un’auto sono il Trentino Alto Adige (369,06 euro), il Friuli Venezia Giulia (470,40 euro) e la Valle d’Aosta che, con un premio medio di 371,54 euro, è stata la regione con il calo annuale più contenuto (-7,47%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA