Mercoledì 23 Maggio 2007

World Bank appoggia Italcementi

Per il suo sviluppo nei Paesi emergenti si profila per l’Italcementi anche l’appoggio della World Bank (Banca Mondiale). Il gruppo ha infatti presentato - e superato il vaglio preliminare all’interno di un bando mondiale - un programma di investimento da 200 milioni di dollari (circa 150 milioni di euro) a sostegno di più iniziative di «greenfield» («da prato verde», ovvero costruzione ex novo), espansione o acquisizione in mercati emergenti, tra i quali - ma non necessariamente - vengono espressamente indicati Cina, Kazakistan e India, secondo specifici progetti che verranno presentati successivamente.

È da ricordare tra l’altro che attualmente il gruppo Italcementi è già presente in India e in Kazakistan dove sono anche in corso iniziative per potenziare la presenza, mentre per la Cina al momento c’è solo interesse.

Una volta consegnata la necessaria documentazione da parte di Italcementi l’Ifc-International Finance Corporation, emanazione della Banca Mondiale, procederà alla valutazione delle proposte di investimento nel rispetto delle sue politiche di sostenibilità ambientale e sociale.

Indicativamente è stata fissata al 12 giugno una data per l’esame da parte del consiglio di Ifc per l’approvazione del programma generale - i piani specifici potranno essere anche presentati in seguito -: intanto l’Italcementi risulta essere uno dei primi gruppi ad essere ammesso alla valutazione.. Per il programma di 200 milioni di dollari l’investimento da parte dell’International Finance Corporation prevederebbe un prestito fino a 120 milioni e un intervento patrimoniale fino a 80 milioni. Il piano finanziario avrà un forte impatto nel processo di sviluppo dei paesi selezionati, determinando un incremento di posti di lavoro, uno sviluppo della forza lavorativa, con conseguente aumento delle entrate fiscali e più in generale delle economie locali.

(23/05/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata