Cavalieri della Polenta Traguardo dei 40 anni
Giambattista Arrigoni (terzo da sinistra) festeggiato dal direttivo dei Cavalieri della Polenta

Cavalieri della Polenta
Traguardo dei 40 anni

L’Ordine dei Cavalieri della polenta – istituzione che, fondata nel 1976, si impegna nella valorizzazione del cibo tradizionale bergamasco preparato con il mais – ha festeggiato l’arrivo del Natale con una riunione conviviale che si è svolta al ristorante “Don Luis” di Torre Boldone.

Nel corso della riunione si è parlato delle prossime iniziative dell’associazione, sempre attiva nel sostenere azioni che valorizzino la tradizione agroalimentare orobica. L’impegno principale sarà nel prossimo mese di settembre, quando l’Ordine compirà 40 anni e a Bergamo arriveranno, per il raduno nazionale “A tavola con amicizia”, i rappresentanti di confraternite enogastronomiche da tutto il Nord Italia (previsti oltre 200 partecipanti).

Particolarmente festeggiato Giambattista Arrigoni, contitolare dell’azienda caseario-agricola Arrigoni Battista spa di Pagazzano, che ha offerto il Gorgonzola Dolce Dop di sua produzione in abbinamento alla polenta. Si tratta del formaggio che per la seconda volta consecutiva ha meritato la Medaglia d’oro (Super Gold Medal) al concorso internazionale svoltosi a Nantwich in Gran Bretagna, piazzandosi al primo posto assoluto al mondo tra tutti i formaggi della stessa categoria.Complimenti sono andati anche a Mario Tresoldi, noto panificatore, che ha omaggiato tutti i presenti con panettoni di sua produzione.

Da qualche mese la sua “Boutique del Pane” di viale Papa Giovanni ha cambiato totalmente look e servizio, ampliando l’offerta – oltre alla vendita di tante tipologie di pane e dolci – con aperitivi e spuntini per pause di lavoro. Festeggiata anche la socia Lucilla Cardano per il suo compleanno.

La trasferta al ristorante Don Luis di Torre Boldone è stata ancora una volta positiva, grazie alla lunga esperienza dei due titolari, Ezio Battaglia e Loris Ferro, che sanno fondere nel modo migliore tradizione e innovazione. Così, i soci dell’Ordine dei Cavalieri della Polenta hanno potuto assaggiare, a parte la polenta (sia bianca sia taragna), tre zuppe della nonna: pasta e fagioli, zuppa di farro, zuppa di lenticchie. Da evidenziare anche il delizioso antipasto (tortino di funghi con fonduta di Branzi e corolla di bresaola bergamasca) e la dolce chiusura con sfogliatina di mele con crema alla vaniglia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA