La rassegna InGruppo prosegue fino a ottobre
Noci di cappesante con julienne di mandorle dorate su crema di piselli dolci

La rassegna InGruppo
prosegue fino a ottobre

Continua sino al 31 ottobre, data di chiusura dell’Expo, la rassegna gastronomica InGruppo dedicata all’alta cucina bergamasca proposta a prezzi promozionali dai sedici ristoranti di maggior successo, segnalati sulle principali Guide gastronomiche.

Quindici sono i locali bergamaschi:
A’Anteprima (Chiuduno - Bg),
Al Vigneto (Grumello del Monte - Bg),
Antica Osteria dei Camelì (Ambivere – Bg),
Colleoni & dell’Angelo (Bergamo),
Collina (Almenno S. Bartolomeo – Bg),
Da Vittorio ( Brusaporto – Bg),
Frosio (Almè – Bg),
Il Saraceno (Cavernago – Bg),
La Caprese (Mozzo – Bg),
Lio Pellegrini (Bergamo),
LoRo (Trescore Balneario – Bg),
Osteria della Brughiera (Villa d’Almè – Bg),
Posta (S.Omobono Terme – Bg),
Roof Garden (Bergamo) e Villa Patrizia (Sorisole – Bg).

E da quest’anno una nuova entrata dalla provincia di Monza e Brianza: Devero (Cavenago – Mb).

La rassegna, nata nel 2012 e giunta alla terza edizione, permette a ciascuno dei ristoratori aderenti di salvaguardare ed esaltare la propria identità comunicando «in gruppo» la propria offerta. Negli scorsi anni, l’iniziativa ha avuto un ottimo successo ed ha attirato in particolare il pubblico più giovane, conquistato dalla possibilità di compiere un’importante esperienza, non soltanto enogastronomica, a costo contenuto.

L’offerta dell’edizione 2015 prevede un menù completo di bevande al prezzo di 110 euro per due persone, le uniche eccezioni sono i due ristoranti pluristellati «Da Vittorio» e «Devero» che presentano un menù a 110 euro a persona.

Pierangelo e Nevio Cornaro della Taverna del Colleoni-Dell'Angelo.

Pierangelo e Nevio Cornaro della Taverna del Colleoni-Dell'Angelo.

Abbiamo chiesto a due patron di altrettanti locali come sta andando l’iniziativa. La stella cometa di Pierangelo Cornaro, chef di fama internazionale e patron di lungo corso, continua a brillare in Piazza Vecchia a Bergamo Alta, dove il suo “Colleoni-Dell’Angelo” resta un punto di riferimento prezioso per bergamaschi e turisti. «Il movimento portato dall’aeroporto e da Expo lo avvertiamo anche noi – afferma – quindi il lavoro non manca. Dall’Expo ci giungono ospiti importanti mandati dai vari Paesi che hanno acquistato da noi dei coupon per una cena. Ci sono poi i bene informati che ormai conoscono la possibilità del menù a 55 euro e non si fanno mancare l’occasione per degustare ottimi piatti in abbinamento ai vini, ad un prezzo contenuto. Ho da poco rinnovato il menù, visibile sul sito: tutto a base di pesce, una vera musica per le papille gustative. Ho in lista un piatto di cappesante che sono tra le migliori al mondo, arrivano dalle acque fredde del Maine. Molti altri ordinano alla carta e sono ugualmente soddisfatti».

Maria e Roberto Proto titolari del Saraceno di Cavernago

Maria e Roberto Proto titolari del Saraceno di Cavernago

Roberto Proto con la moglie Maria sono protagonisti al “Saraceno” di Cavernago. «Personalmente – dice Roberto – quest’anno sono stato molto avvantaggiato dal fatto di avere meritato per la prima volta la Stella Michelin. Questo mi ha fatto arrivare nel locale italiani e stranieri da ogni parte. Ho dovuto quindi limitare i tavoli destinati alla promozione del menù a 55 euro, che cambio spesso e rimane comunque un signor menù. Il venerdì o il sabato ho potuto accogliere pochi prenotati per il menù a 55 euro. Consiglierei loro di puntare di più sul mercoledì e giovedì per trovare posto».

InGruppo presenterà in autunno una novità, l’allargamento a un ristorante Stella Michelin della provincia di Lecco. Per partecipare all’iniziativa Ingruppo contattare direttamente il singolo ristorante. Tutti i particolari, con le schede e il menù di ogni ristorante, su ingruppo.bg.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA