Parla bergamasco il «Piatto dell’anno» «Da Vittorio» premiato a Firenze
Il ristorante Da Vittorio alla Cantalupa di Brusaporto

Parla bergamasco il «Piatto dell’anno»
«Da Vittorio» premiato a Firenze

Un piatto di «Da Vittorio» si è aggiudicato il Premio Piatto dell’anno della Guida L’Espresso 2016, assegnato dalla Maison di champagne Vranken-Pommery, gruppo fondato nel 1836 a Reims.

Si tratta di un piatto dagli ingredienti apparentemente semplici ma dal gusto sorprendente: gli spaghetti aglio e olio con calamaretti croccanti e caviale di piselli. È stato preparato nel ristorante di Brusaporto dagli chef executive Chicco e Bobo Cerea.

Il piatto è stato illustrato al Four Seasons di Firenze dai due chef, che hanno ritirato il premio, assegnato per il particolare legame creato tra i sapori della cucina tradizionale e un tocco insolito. Ed è proprio il motto «tradizione lombarda e genio creativo» il concetto che guida il menù del ristorante Da Vittorio, la cui storia nasce nel 1966, quando Vittorio Cerea aprì il suo ristorante a Bergamo insieme alla moglie.

Oggi è un marchio di eccellenza premiato dalle guide (tre stelle Michelin), compresi il circuito Relais&Chateaux e Les Grandes Tables du Monde anche grazie alla villa con camere gestita dalla famiglia nel verde della Cantalupa. Nella degustazione i profumi del piatto dell’anno sono stati abbinati allo champagne Les Clos Pompadour Magnum 2002, nato dalla vendemmia 2002 e maturato nelle cantine per oltre 10 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA