Gomme rubate a Torre Boldone Gara di solidarietà per una famiglia

Gomme rubate a Torre Boldone
Gara di solidarietà per una famiglia

Una gara di solidarietà si è attivata attorno alla famiglia Barcellari di Torre Boldone, che la scorsa settimana si è trovata con l’auto senza gomme, danneggiata da alcuni malviventi che hanno compiuto analoghi colpi in diversi paesi dell’hinterland.

Il sindaco Claudio Sessa si è subito impegnato in prima persona chiamando a raccolta i cittadini per aiutare la famiglia Barcellari. La risposta immediata è arrivata dalla storica associazione «Amici del cuore», operativa sul territorio con diverse iniziative di solidarietà.

A colpire positivamente il primo cittadino è stata la disponibilità offerta da tanti cittadini: «Questo furto ha messo in difficoltà persone che già vivono una situazione complessa – commenta il sindaco Claudio Sessa –. Per questo motivo ho cercato subito di capire se qualcuno poteva dare una mano. Sono rimasto davvero sorpreso, perché si sono fatte avanti molte persone. Quindi un grazie va al cuore grande dei cittadini di Torre Boldone. E uno in particolare va all’associazione Amici del cuore, che tra le sue attività non dimentica la solidarietà a chilometro zero».

Dalla famiglia Barcellari, la nonna Rita fatica ad esprimere a parole la gratitudine verso chi l’ha aiutata. Il furto subito, ora è diventato solo un brutto ricordo: «Ringrazio tutti di cuore, l’associazione ma anche il sindaco che si è subito dato da fare per aiutarci – commenta la signora Rita –. Mi sono trovata di colpo con l’auto fuori uso, perché rubando le gomme, anche alcune componenti si sono rovinate. Domenica, quando il sindaco mi ha portato i soldi per poterla riparare, non ci potevo credere. Non me lo aspettavo, mi ha fatto davvero molto piacere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA