Il parcheggio P5 a nord dell’aeroporto sarà spostato. Evitato consumo di suolo
Sempre più parcheggi nell’area dell’aeroporto di Orio, ma perlomeno stavolta non ci sarà consumo di suolo

Il parcheggio P5 a nord dell’aeroporto
sarà spostato. Evitato consumo di suolo

Il Comune di Seriate ha inviato un comunicato in cui si evidenzia come Enac e Sacbo hanno accettato di eliminare il parcheggio P5 a nord dell’aeroporto.

Ecco il comunicato arrivato in redazione.

Stop al consumo di suolo, sì alla tutela ambientale e al minor impatto su rumore e viabilità. Enac e la società Sacbo hanno accettato le osservazioni avanzate nel 2018 dall’Amministrazione comunale per la compatibilità ambientale del Piano di Sviluppo Aeroportuale 2030 (PSA) dell’aeroporto «Il Caravaggio» di Bergamo Orio al Serio. Risultato: la modifica del PSA con l’eliminazione del parcheggio P5 a nord dell’aeroporto che, a confine con via Paderno, prevedeva 3.560 posti auto su una superficie di 89.000 metri quadrati.

«Siamo soddisfatti per la scelta dell’Aeroporto di modificare il progetto del Piano di Sviluppo Aeroportuale con l’eliminazione del parcheggio P5, segno di un gestore che accoglie le richieste di integrazioni ministeriali, regionali e le osservazioni avanzate dalle Amministrazioni comunali, come la nostra, nell’ottica di uno sviluppo con un più elevato livello di compatibilità e sostenibilità ambientale - dichiara il consigliere comunale Federico Rocchi, delegato per il procedimento del piano di sviluppo aeroportuale -. Grazie al recepimento delle osservazioni avanzate da Seriate, in linea con la Legge Regionale 31/2014, ed elaborate dal Servizio Ambiente, gestito dalla dottoressa Alessia Galletti, sarà contenuto il consumo di suolo, a favore della realizzazione del parcheggio P5 all’interno dell’attuale sedime aeroportuale, limitando così l’acquisizione di nuove aree e il consumo di suolo agricolo. Questa modifica andrà a beneficio non solo della nostra città, ma di tutto il territorio limitrofo all’aeroporto, grazie a una rivalutazione ambientale che prevede la realizzazione di quinte verdi di mitigazione e di piste ciclopedonali».

A seguito delle osservazioni comunali è stata stralciata l’ipotesi iniziale del PSA, che prevedeva la costruzione di un nuovo parcheggio a raso in area Nord, denominato P5, con 3.560 stalli su di una superficie di 89 mila metri quadrati, attualmente a destinazione agricola. Il progetto sarà modificato e sostituito con soluzioni di parcheggio multipiano da collocare in prossimità dell’aerostazione, su aree già impermeabilizzate. Questo garantirà una riduzione del consumo di suolo agricolo, con conseguente realizzazione di quinte verdi di mitigazione e di piste ciclopedonali, e un minore impatto acustico e sulla viabilità.

L’eliminazione del parcheggio P5 nonché dell’accesso dei mezzi pesanti all’area merci a nord dell’aeroporto, tramite via Paderno, ridurranno l’impatto viabilistico che si sarebbe avuto. La realizzazione di accessi dedicati alle merci, sia a est che a ovest dell’aeroporto, ridurrà le interferenze con il transito dei veicoli sulle strade comunali di Seriate limitandone le ricadute nel centro cittadino sia in termini viabilistici sia di emissioni inquinanti e acustiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA