Ladri fanno esplodere il bancomat Paura a Bagnatica: «Barricati in casa»
I soccorsi dopo il raid

Ladri fanno esplodere il bancomat
Paura a Bagnatica: «Barricati in casa»

Un boato nella notte, talmente forte che i testimoni raccontano di aver temuto fosse un terremoto. Invece erano i banditi, che nella notte fra il 2 e il 3 settembre hanno fatto saltare il bancomat della filiale di Bagnatica della Banca di Credito cooperativo orobico. In pieno centro.

Il commando, che per far esplodere lo sportello ha usato una miscela a base di acetilene, è entrato in azione verso le 3: armati di pistola e mitragliatrice, il viso coperto da passamontagna, pare fossero in quattro. In pochi minuti un colpo «chirurgico»: l’esplosione non ha causato danni all’edificio, ma solo allo sportello del bancomat da dove i banditi hanno portato via diverse decine di migliaia di euro, forse 50 mila o poco meno. Il gran botto ha svegliato diverse persone nelle case vicine. Una testimone racconta di aver temuto fosse una scossa di terremoto e si è blindata in casa, mentre a dar l’allarme sarebbe stato un giovane di 28 anni che ha visto la banda scagliarsi con l’auto usata come ariete contro l’ingresso della filiale. A quel punto ha telefonato ai carabinieri e proprio mentre stava raccontando l’accaduto, ha sentito il forte boato dell’esplosione. I quattro, finito il lavoro, sono fuggiti con la station wagon con cui erano arrivati, a gran velocità in direzione di Seriate.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA