L’anfetamina arrivava col corriere Due cremaschi in manette a Dalmine

L’anfetamina arrivava col corriere
Due cremaschi in manette a Dalmine

Sono due cremaschi. In casa trovati anche francobolli di lsd, hashish, marijuana e speed.

La soffiata è arrivata da Bologna: in arrivo dall’Olanda c’erano 11 chili di anfetamine, destinate alla provincia di Bergamo. La polizia si è messa così all’opera individuando i possibili destinatari del prezioso carico in due ragazzi cremaschi residenti a Dalmine. Lo scorso 25 novembre un corriere (una regolare ditta specializzata,estranea all’operazione) ha bussato alla loro porta, con un pacco da consegnare. Uno dei due inquilini si è messo a guardare nervosamente fuori dalla finestra per controllare la situazione, mentre l’altro è uscito a firmare la bolla e ritirare il pacco.

La polizia ha subito fatto cattare il blitz: nel pacco c’erano 3 sacchetti di cellophane con 11 chili di anfetamine. Da una ricostruzione degli inquirenti si potevano ricavare fino a 2 milioni di dosi, con un guadagno di svariati milioni di euro. Ma non è tutto, perché dalla successiva perquisizione nella casa sono stati trovati 5.000 francobolli di Lsd, 45 grammi di speed, 40 di marijuana e 250 di hashish. I due cremaschi, uno del 1992 e l’altro del 1980, entrambi incensurati e disoccupati, sono stati arrestati e tradotti in carcere. Il gip ha già convalidato il loro arresto, le indagini sono ancora in corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA