Saldi, manca poco: ecco cosa sapere E a Le Due Torri laboratori e musica

Saldi, manca poco: ecco cosa sapere
E a Le Due Torri laboratori e musica

Sconti da giovedì 5 gennaio. Nelle vetrine spuntano i cartelli che annunciano grandi sconti e nei negozi la gente è spinta ad approfittare delle opportunità di risparmio. Ecco le dritte di Altroconsumo.it per capire a cosa prestare attenzione per fare buoni acquisti senza incappare in cattive sorprese.

I prodotti
Provare sempre l’articolo prima di acquistarlo. La legge infatti non impone al negoziante di cambiare i prodotti se non sono difettosi, né durante i saldi né durante le vendite normali. Nell’incertezza, è opportuno chiedere al negoziante se è possibile effettuare un cambio e il limite di tempo per farlo.
Anche nel periodo dei saldi la legge (D.lgs. 24/2002, rientrato nel Codice del Consumo) impone che l’acquirente abbia diritto di cambiare la merce difettosa. Controllare accuratamente la merce in saldo e conservare sempre lo scontrino. Se la merce dovesse risultare difettosa, il cliente avrà il diritto di chiedere la sostituzione, o se non fosse possibile, la risoluzione del contratto e riavere l’importo pagato o un’ulteriore riduzione del prezzo.
Per legge, la garanzia sugli acquisti vale per due anni dall’acquisto e deve essere fatta valere entro sessanta giorni dalla scoperta del difetto, anche se la merce è stata acquistata in saldo.
Evitare l’acquisto di capi d’abbigliamento privi dell’etichetta di composizione (di che materiale sono fatti) e di quella di manutenzione (come lavarli e stirarli), per evitare danneggiamenti durante la pulizia.
Se invece ciò che si è acquistato non è difettato, ma si cambia solo idea, il cambio della merce è sempre a discrezione del negoziante. Prima di comprare, quindi, chiedere sempre se è concesso l’eventuale cambio della merce e quanti giorni sono concessi per pentirsi dell’acquisto.

I prezzi
Diffidare dei negozi che espongono cartelli con i nuovi prezzi senza indicare il prezzo di partenza e la percentuale di sconto. La legge prevede che lo sconto sia espresso in percentuale e che venga indicato sul cartellino anche il prezzo non scontato.
Prima dell’acquisto accertarsi con il negoziante del prezzo effettivo del prodotto. I prodotti in saldo devono per legge essere ben separati da quelli non scontati, tuttavia, è bene fare attenzione, perché nei negozi può capitare di trovare confusione tra prodotti in sconto e prodotti a prezzo pieno. Il prezzo esposto è vincolante. Il negoziante non potrà applicare un prezzo più alto o uno sconto inferiore a quello previsto.

I pagamenti
Un negoziante convenzionato con una carta di credito è tenuto ad accettarla sempre, anche in periodo di saldi. In caso di rifiuto si potrà protestare con la società emittente della carta.
Fare attenzione alle offerte di pagamento rateizzato, «a tasso zero»: spesso le offerte tanto pubblicizzate non includono le spese accessorie connesse al credito. Controllare sempre il Taeg (Tasso annuo effettivo globale) e, a parità di durata e ammontare, scegliere il prestito con Taeg più basso.
Segnalare alla Polizia municipale eventuali scorrettezze o incidenti durante le vendite speciali. Se verrà accertato un comportamento scorretto, il negoziante potrà essere multato fino a 3.000 €.

E approfittando dei saldi, il centro commerciale «Le Due Torri» ha in serbo numerose iniziative. Si va dall’inizio degli sconti, ai laboratori dedicati alla Befana, ad una speciale caccia al tesoro alla ricerca degli ingredienti per realizzare una pozione magica, fino a Garrison, che il 6 gennaio, nella piazza centrale, firmerà le copie del suo nuovo cd «Christmas Songs».

Il 5 gennaio partiranno i saldi, che al centro commerciale di Stezzano andranno dal 50 fino al 70 per cento. Quindi via libera allo shopping negli oltre cento negozi del centro, a caccia dell’occasione, dell’oggetto o del capo che si stava tenendo d’occhio in attesa dei ribassi invernali. E mentre gli adulti sono impegnati con gli acquisti, i piccoli potranno divertirsi con laboratori e animazione.

Sabato 5 gennaio i bambini saranno coinvolti dalla fata Denise e da Bea, in un laboratorio davvero speciale, tutto dedicato alla Befana. Il titolo è suggestivo: «L’incantesimo della scopa e la marionetta della Befana». I piccoli saranno chiamati a costruire una scopetta e una marionetta della vecchina buona che tanto piace ai bambini. Potranno poi farsi dipingere il viso, ma sempre rimanendo in tema. Il truccabimbi infatti proporrà due tipi di face painting: quello «gustoso», con disegni di calze o dolcetti sulle guance o, per i più temerari, quello «spaventoso», che trasformerà bambini e bambine in befane e vecchi maghi. Con la scopetta, la marionetta e il viso dipinto, i piccoli saranno pronti per partecipare ad un altro evento: «Alla ricerca di streghe, stregoni e pentoloni», un’entusiasmante caccia al tesoro, durante la quale dovranno trovare gli indizi per creare una speciale pozione magica che permetterà di arrivare al tesoro della Befana. Ad ogni biglietto trovato, i piccoli dovranno rispondere a quiz scientifici, riconoscere versi di uccelli e profumi di piante e spezie.

Inoltre il 6 gennaio il noto personaggio televisivo Garrison Rochelle sarà disponibile per la firma delle copie del suo cd «Christmas Songs»: una compilation di dieci brani tutti natalizi, dedicati a grandi e piccini, la giusta colonna sonora per rendere le festività piene di allegria.

Infine sabato 7 gennaio la fata Giusa, Vera e Bea coinvolgeranno i bambini in attività d’altri tempi. I piccoli che vorranno partecipare a questo speciale laboratorio, che mischia arte, scienza e storia, si potranno travestire con gli abiti dei lavoratori di una volta e saranno chiamati ad utilizzare antichi attrezzi. Uno dei principali protagonisti del pomeriggio sarà l’argilla: ai bambini verrà spiegato innanzitutto come si forma questa speciale terra modellabile nel fiume e quale uso ha imparato a farne l’uomo. Tra gli attrezzi antichi ci sarà un tornio, con il quale potranno modellare l’argilla per creare porta candele o vasi con la tecnica della Colombella.

Ancora aperta la pista di pattinaggio, con i seguenti orari: feriali dalle 16 alle 20 e festivi dalle 11 alle 20. L’attività è adatta anche ai bambini e ai principianti, dato che in pista ci saranno dei pinguini di plastica per supportare le prime scivolate sui pattini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA