Sharm, confermati (per ora)
i voli da Orio al Serio

Easyjet ha invece cancellato quelli da Milano, su indicazione del governo inglese.

Sharm, confermati (per ora) i voli da Orio al Serio

Easyjet cancella i voli, anche quelli da Milano, per Sharm El Sheikh. Quelli programmati per oggi dalla compagnia low cost verso la località egiziana erano quattro da Londra, uno da Manchester e uno da Milano Malpensa. Poiché EasyJet è una compagnia aerea inglese anche il volo da Milano rientra nella raccomandazione del governo del Regno Unito. Il premier David Cameron ha dichiarato alla Bbc che è «più probabile che sia stata una bomba» piuttosto che no a causare il disastro dell’Airbus russo nei cieli del Sinai. Da qui la decisione di fermare tutti i voli britannici da e per Sharm el Sheikh.

L’agenzia egiziana Mena riferisce che «otto Paesi europei, tra cui l’Italia, hanno deciso di non prendere immediate misure per sospendere i voli delle loro compagnie aeree o dei loro cittadini diretti a Sharm el Sheikh nel Sinai fino a quando non saranno comunicati i dati definitivi dell’inchiesta sul disastro dell’aereo russo». Oltre all’Italia la Mena riferisce che gli altri Paesi in questione sono «Germania, Serbia, Bielorussia, Ucraina, Repubblica Ceca e Georgia», che «hanno deciso di attendere l’esito delle indagini in corso per determinare la causa dello schianto dell’aereo russo». In realtà, secondo il Guardian, anche l’Ucraina è pronta a bloccare i voli.

Voli che per il momento restano regolari ad Orio al Serio. «Nessuna cancellazione per ora» fanno sapere da Sacbo. Due i voli previsti per questa settimana, entrambi domenica: alle 17,50 con Meridiana e alle 7 con Neos. Quelli in arrivo da Sharm el Sheikh sono invece previsti rispettivamente alle 16,50 e 16,15. L’Enac, dal canto suo, ha disposto che le compagnie aeree nazionali che hanno voli programmati in partenza da Sharm El Sheikh effettuino per proprio conto controlli di sicurezza (security) aggiuntivi rispetto a quelli che vengono normalmente eseguiti presso l’Aeroporto di Sharm. Lo annuncia l’ente in una nota

© RIPRODUZIONE RISERVATA