Thor, occhio all’occhio elettronico A metà febbraio taglio del nastro
Lavori in corso per Thor (Foto by Giuliano Fronzi)

Thor, occhio all’occhio elettronico
A metà febbraio taglio del nastro

Lavori in corso in Valle Seriana per il sistema di videosorveglianza, destinato ad espandersi.

Sarà la «porta» elettronica che terrà sotto controllo l’intera Valle Seriana e in particolare ogni veicolo che vi entra ed esce e non c’è immagine migliore che il varco di Ranica comparso in questi giorni, a far sentire gli abitanti della valle già un po’ più sicuri. Oltre a confermare che il sistema di videosorveglianza Thor è a buon punto. Venerdì ad Ardesio, Alberto Bigoni, presidente della Comunità montana Valle Seriana, l’ente che ha messo in campo 435 mila euro più 110 mila di risorse del fondo comune Bim, comunicherà la data di «accensione» dell’intero apparato. L’inaugurazione è attesa dopo la metà del mese, comunque entro febbraio. Intanto per le strade seriane non passano inosservati gli operai della Fgs Srl di Azzano San Paolo che ha vinto il bando (per un importo di 160.426 euro oltre a 4.943 euro per oneri della sicurezza) relativo alla parte impiantistica dell’opera di videosorveglianza e controllo dei transiti del territorio della Valle Seriana.

L’installazione delle telecamere del sistema Thor

L’installazione delle telecamere del sistema Thor
(Foto by Giuliano Fronzi)

Thor partirà con 28 telecamere per la lettura delle targhe, associate ognuna a una telecamera di contesto, utile per mostrare dove sta transitando l’auto che risulti rubata o comunque ricercata e in quale direzione, e altre quattro di videosorveglianza (a Ranica e Montenegrone), per un totale di 14 aree presidiate, ma potranno essere implementate sia di numero, sia di qualità grazie ai nuovi fondi reperiti nel frattempo dal Bim e anche grazie al ribasso d’asta del primo bando, visto che Fgs ha presentato uno sconto del 35,10%.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 3 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA