Addio a Giorgio Squinzi, da Cisano al Sassuolo e ai vertici di Confindustria

Addio a Giorgio Squinzi, da Cisano al Sassuolo e ai vertici di Confindustria

Si è spento nel pomeriggio, dopo una lunga malattia, Giorgio Squinzi, il padron della Mapei e proprietario del Sassuolo Calcio. Nato a Cisano Bergamasco nel 1943, Squinzi è stato presidente di Confindustria dal 2012 al 2016. Squinzi è deceduto nel tardo pomeriggio all’ospedale San Raffaele dove era ricoverato da un paio di settimane a causa del peggioramento del male che lo aveva colpito da tempo. Lascia la moglie Adriana Spazzoli e i figli Marco e Veronica, da tempo già impegnati nella Mapei.

Squinzi era amministratore unico di Mapei, azienda fondata dal padre Rodolfo nel 1937. Dal 2012 al 2016 era stato Presidente di Confindustria. Dal 2002 era anche proprietario del club di calcio del Sassuolo. Laureatosi nel 1969 in chimica industriale all’Università Statale di Milano, nel 2002, aveva ricevuto la laurea ad honorem in ingegneria chimica dal Politecnico di Milano. Prima di diventare Presidente di Confindustria, era stato anche vicepresidente degli industriali con delega alla ricerca e all’innovazione, presidente di Federchimica e vicepresidente di Assolombarda. Appassionato di ciclismo (il il padre era stato un professionista di questo sport), la sua azienda ha sponsorizzato per dieci anni la squadra professionistica Mapei-Quick Step.


© RIPRODUZIONE RISERVATA